Anche gli eroi piangono
13
Lug

Terra e lacrime.
Cosí nacque la stirpe umana.

con Matteo Nucci
da Le lacrime degli eroi (Einaudi)
in collaborazione con Giulio Einaudi editore.Lo struzzo a scuola

 

Piangere non è da deboli.  Piangono Ulisse, Agamennone, Ettore, Menelao, Telemaco, Patroclo, Priamo.  Persino l’eroe degli eroi Achille.  Non cercano pietà o compassione, ma solo appagamento ai dolori dell’anima di fronte a un amico perso, a una sconfitta cocente, a dei piani che saltano, a un amore che muore.
Non temono di mostrarsi in lacrime.  Singhiozzano, gridano, tremano, fino a soffrire la fame, piangono per saziarsi del pianto.  Perché in quelle lacrime risiede il germe di una passione indomabile.
E se lo fanno loro che hanno combattuto le battaglie piú dure e vinto i nemici piú agguerriti, senza provare vergogna, chi siamo noi per limitarci?  Soltanto gli uomini che hanno la forza di non nascondere le proprie debolezze possono vincere il nemico piú odioso: la paura della propria mortalità.
Esplorare il cuore dei poemi omerici vuol dire viaggiare nell’epica dei sentimenti arrivando a fare i conti con noi stessi, i limiti e le risorse, i vizi e le virtù della nostra bellissima, ineguagliabile, umanità.

parole chiave Epica // Sentimenti // Eroi&Uomini
target 
 SCUOLE SUPERIORE DI SECONDO GRADO (1° 2° 3° 4° 5° anno) | disponibilità su richiesta

Matteo Nucci, scrittore, collabora con “il Venerdí di Repubblica” e “Il Messaggero”.  Ha curato una nuova edizione del Simposio di Platone (Einaudi, 2009).  Ha pubblicato, con Ponte alle Grazie, Sono comuni le cose degli amici (finalista premio Strega 2010) e Il toro non sbaglia mai (2011), con Einaudi Le lacrime degli eroi (2013).