Educati si cresce
31
Lug

settembre // ottobre | Novara

cinque tappe sulla strada dello sviluppo
in collaborazione con libreria Lazzarelli e libreria La Talpa

Per diventare individui autonomi, si dice, bisogna abbattere le figure genitoriali e ribellarsi al passato.  E se invece l’educazione fosse un percorso più armonico, privo di contrasto?  I cinque incontri sono per tutti quelli che voglio imparare a diventare grandi insieme.

→ sabato 23 settembre ore 21
Il prof geniale
Fra i migliori cento professori d’Italia, Enrico Galiano, fautore di un metodo di insegnamento poco convenzionale, in Eppure cadiamo felici (Garzanti) ha dato voce ai ragazzi attraverso la storia di Gioia, adolescente sempre fuori posto e lontana anni luce dai suoi coetanei.

→ venerdì 29 settembre ore 18
La mamma ribelle
Giada Sundas, mamma seguitissima sul web con post da migliaia di condivisioni, nel libro d’esordio Le mamme ribelli non hanno paura (Garzanti) racconta una storia sulla maternità, quella vera, faticosa e bellissima, che si fa seguendo l’istinto, senza regole né dogmi imprescindibili.

→ sabato 30 settembre ore 17
L’attesa più bella
I momenti che precedono la nascita di un bambino sono carichi di emozioni, spesso ambivalenti.A partire dall’ultimo L’ospite più atteso (Einaudi), la psicoterapeuta dell’età evolutiva e della famiglia Silvia Vegetti Finzi riflette sul tema delle relazioni e de l confronto in occasione di una fase così importante della vita di una donna.

→ sabato 21 ottobre ore 17
Stefano Benzoni
Figli fragili (Laterza)
Il mondo dei bambini e degli adolescenti sembra essere terreno fertile per i più svariati malanni psicologici.Sono i nostri figli ad essere ansiosi, depressi, infelici oppure siamo noi genitori ad essere incapaci di gestire i nostri fallimenti?Il neuropsichiatra infantile, a partire dalla sua ricca esperienza clinica, aiuta a comprendere esigenze e paure dei ragazzi.

→ mercoledì 29 novembre ore 18
Piergiorgio Paterlini
Bambinate (Einaudi)
Un uomo torna, dopo cinquant’anni, nel paese dove è nato e dove una resa dei conti inattesa lo costringe a fare i conti con il passato.Nel suo nuovo romanzo l’autore fa i conti con l’eterno problema del bullismo e con la ferocia dell’infanzia capace di superare qualsiasi confine.