Maggio 2017
20
apr

2 martedì
ore 18 | sala musica
Anna Maria Bracale Ceruti
Tra due amori (manni)
con Darwin Pastorin, giornalista
Il ritrovamento di un plico di lettere riporta una donna ai tempi del primo amore e di vecchi sentimenti.  Scrive, allora, delle poesie per dare sfogo alla passione, delineando la difficile convivenza dell’amore presente, consolidato e sicuro, con quello della memoria, sogno irrealizzato.
letture di Anna Abate

ore 21 | sala gioco
Brenda Xu in concerto
Per la prima volta in Italia, l’artista porta in scena il nuovo album Overflow, le cui tracce scivolano su un delicato equilibrio fra musica ambient e ricercatissime creazioni autoriali.
prenotazione consigliata 333 9874230 | info@officinanaturalis.it

4 giovedì
ore 18.30 | sala musica
Artigianatoedesign #20
Giardini incantati
L’arte del riciclo nel bijox
con Paola Bellinzoni, Bijoux Haute Fantaisie e Alessio Vitaliano Stefanoni, responsabile CNA Federmoda Piemonte
a cura di CNA Federmoda

5 venerdì
ore 18 | sala gioco
Pier Franco Quaglieni
Figure dell’Italia civile (Golem)
con Maurizio Ceccon, docente Liceo Alfieri di Torino e Gianni Oliva, storico
Il direttore generale del Centro Pannunzio tratteggia i ritratti di importanti personalità della cultura e della politica italiana del Novecento, ricordate attraverso episodi del tutto inediti e poco convenzionali, in alcuni casi politicamente “poco corretti”, ma sempre equilibrati sotto il profilo storico.
A seguire, aperitivo

ore 18 | sala musica
Paolo Cendon
L’orco in canonica (Marsilio)
con Sergio Chiarloni, docente di Procedura civile, Annalisa Ferretti, psicoanalista specializzata nei problemi dell’infanzia, Daniela Finocchi, giornalista e ideatrice Concorso Lingua Madre e Roberto Weigmann, docente di Diritto commerciale Università di Torino
La piccola Anna, occhi verdi e genitori all’antica, è, per cinque lunghi anni, vittima di violenza.  Il colpevole è un prete, complici il parroco e la maestra di religione, amante di quest’ultimo.  Lo ricorda solo a vent’anni, fa arrestare il colpevole, ma il passato non si può proprio dimenticare.

ore 20.30 | sala gioco
Debilità, delirio, raggiro
Per un’etica della diagnosi in psicoanalisi, oggi
con gli psicoanalista Marie-Hélène Brousse, membro ECF e AMP e Sergio Caretto, membro SLP e AMP
La conferenza è sull’apporto della psicoanalisi al tema della diagnosi, che mette in gioco una questione di etica, nel tempo in cui la vita stessa dei soggetti è ridotta a questioni di capitale umano e di economia.
a cura di SLP – segreteria di Torino
info 3492550714 | segreteriatoslp@gmail.com

6 sabato
ore 9.30 | sala gioco
Verso la sublimazione
Marie-Hélène Brousse, psicoanalista a Parigi, membro della ECF e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, commenta i capitoli dal 23 al 27 del Seminario VI di Jacques Lacan Il desiderio e la sua interpretazione.  Caso clinico presentato da Alessandra Fontana.
a cura di Antenna clinica di IPOL
info 011 8178890 | info@istitutoipol.it

ore 17 | sala musica
Giulia Bocchio
L’Olimpo nero del sentire (Marsilio)
con Giorgio Enrico Cavallo, giornalista, Armando Santinato, poeta e Carlo Valente, scrittore
Secondo l’autrice, il Brutto può essere affiancato al suo eterno contrario, il Bello, con cui condivide la medesima forza attrattiva sugli uomini.  Così, il linguaggio che esalta la bellezza può essere piegato per rappresentare l’esatto contrapposto, cioè «l’orrifico, il deforme e l’abietto».

ore 21 | sala grande
Padri e figli
Due Bach e due Mozart a confronto
con Andrea Musso al pianoforte e Ugo Piovano al flauto
Johan Sebastian versus Carl Philipp Emanuel, Wolfgang Amadeus versus Franz Xavier Wolfgang: due coppie padre/figlio rimaste nella storia della musica, raccontate attraverso esecuzioni dal vivo e testimonianze scritte.
a cura di Associazione musicale per gli studenti universitari del Piemonte e Associazione artistico-culturale F.Schubert
info mussomusica@libero.it

ore 21 | sala gioco
Mariangela Cerrino
Il margine dell’alba (Golem)
con Giancarlo Caselli, editore
Questa è la vera storia della grande amicizia fra Jean Louis Arlaud, conosciuto come “Capitano Lacazette”, ed Etienne de Villard, unico erede di una famiglia di Valdesi distrutta dall’Inquisizione, tra guerre, assedi, intrighi e persecuzioni, miserie e donne bellissime artefici del proprio destino.

8 lunedì
ore 18 | sala musica
Veronica Iannotti
Un missionario in canoa (Real Press)
con Giampiero Leo, consigliere Regione Piemonte
La giornalista ripercorre la vita del missionario salesiano Gervasio Fornara, che, partito non ancora sacerdote per la Colombia, passa quarantun’anni nelle foreste dell’America Latina, dove fonda due centri missionari, la prima emittente tv locale e diverse stazioni radio.

11 giovedì
ore 21 | sala gioco
Disputa sull’Evangelo per i 500 anni dalla Riforma
con don Ermis Segatti, docente di Storia del Cristianesimo Facoltà Teologica di Torino, Roberto Celada Ballanti, docente di Filosofia del dialogo interreligioso Università di Genova e Maria Gemma Vigna, psicoanalista
L’incontro è in occasione dell’uscita di Contro Lutero e il falso evangelo (Lorenzo de’ Medici Press), in cui Marco Vannini, presente oggi, cerca di confutare la pretesa di Lutero di annunciare l’evangelo, la cui origine è invece nella filosofia greca e nella tradizione mistica che ne deriva.

12 venerdì
ore 18 | sala grande
Marco Longhi
Il viaggio (Genesi)
con Emilio Coveri, presidente EXIT Italia, Sandro Gros-Pietro, editore e Silvio Viale, comitato etico-Scientifico EXIT-Italia
L’autore si è immedesimato in un uomo che, per difendere la propria dignità, fa una scelta molto coraggiosa, rimanendo coerente con se stesso.  Il viaggio del titolo dura solo due giorni, la meta è una “morte felice” che il protagonista cerca liberamente al di là del confine svizzero.
letture di Paola Francesca Iozzi
a cura di EXIT Italia

ore 18 | sala gioco
Carlo Nesti
Il mio psicologo si chiama Gesù (San Paolo)
con i giornalisti Gianpaolo Ormezzano e Christian Panzanaro e Germana Zuffanti, Università di Torino
Questo libro parla di psicologia e spiritualità, ma l’autore non è né uno psicologo, né un teologo, ma solo un giornalista, un osservatore che ha trovato, all’incrocio fra quelle due strade, un modo per vivere meglio, attraverso Dio, la rivisitare del Vangelo, le frasi di Gesù.

ore 18 | sala musica
Giusy Colmo
Il principe che spostava le colline (Castelvecchi)
Principe scomodo e geniale, Antonello Ruffo di Calabria andò a Cuba subito dopo la Rivoluzione, incontrò Fellini e Sciascia, Flaiano e il boss mafioso Michele Greco, trasformò la tenuta Selva di Paliano nel primo parco ornitologico italiano, con ferrovia privata interna.La biografia lo racconta, provocatore e imprevedibile, capace di plasmare paesaggi e creare atmosfere.
letture a cura di Auser fuoricasa

ore 21 | sala gioco
Marilina Rachel Veca
Stefano Cattaneo
Anatomia di un delitto (Kimerik)
con Pierluigi Baima Bollone, patologo, Mario Bozzola, ex procuratore della Repubblica di Asti, Daniela Peira, redattrice “La Nuova Provincia di Asti” e Marco Viada, storico Arma dei Carabinieri
Il 16 dicembre 1968, un ladro entra in una casa di via Roma 47 a Villafranca d’Asti, dove trova una ragazzina di tredici anni.  La rapisce, ritenendo la famiglia più facoltosa di quanto in realtà fosse.  Era Maria Teresa Novara.  Il testo approfondisce in forma di ipotetico diario i passi salienti dell’inchiesta.

13 sabato
ore 18 | sala grande
Un solo mare e la parola
con Antonella Cuzzocrea, Caterina Ferrara, Stefania Filipponi, Carla Polidoro e Margherita Taliani, associazione Grecam Roma
Il progetto (Sassari, Cagliari, Roma e Torino, 18/4-7/5) unisce voci poetiche provenienti da tutto il mondo a testimoniare la possibilità del dialogo tra culture.  Oggi vengono presentate le antologie in versi: Confini di sale, sul dramma dei rifugiati di Malak Sahioni Soufi, Un solo mare e la parola, con poeti latinoamericani di Norberto Silva Itza, 100 poeti per la pace, a cura di Veronica Bianchi.

ore 18.30 | sala musica _ ANNULLATO
Alessandro Agostinelli
Benedetti da Parker (Cairo)
Dean Benedetti cercò fortuna con il suo sax a Los Angeles, dove visse ai margini e registrò in presa diretta la nascita del bebop con Charlie Parker.  Finché dovette tornare a Torre del Lago, tra gli amici al bar e le partite a dama.  Nei due continenti, le vite del Bird e del “negro bianco” si bruciarono alla stessa velocità.  A trentaquattro anni.

14 domenica
ore 12 | sala grande
Dialogando con SIAE #4 Torino
Dopo Firenze, Bologna e Bari, SIAE prosegue il ciclo di incontri dedicato agli autori, agli editori e ai professionisti della musica per raccontare in prima persona le trasformazioni della Società e le novità più interessanti per tutelare il lavoro degli associati e il loro futuro.A dare il via all’incontro un workshop a cura di Andrea Marco Ricci (Note Legali) sul diritto d’autore e le società di collecting; a seguire gli interventi di Filippo Sugar (presidente SIAE) e Gaetano Blandini (direttore generale).
→ ore 12 _ accreditamento ospiti
→ ore 12.30-13.30 _ brunch
→ ore 13.45-14.30 _ workshop con Note Legali
→ ore 14.30-15 _ interventi di Filippo Sugar e Gaetano Blandini
→ ore 15-16.15 _ interventi dei direttori Pietro Ietto, Sergio Maria Fasano, Matteo Fedeli, Ivan Vigolo
→ ore 16.15-17.30 _ question time
→ ore 18 _ chiusura giornata
in collaborazione con The Goodness Factory
ingresso gratuito previa registrazione su Eventbrite qui
info info@musicraft.it

15 lunedì
ore 18 | sala musica
Veniero Venier
Fenomenologia delle emozioni (Mimesis)
con i docenti di Estetica Elio Franzini, Università di Milano, Roberto Salizzoni e Federico Vercellone, Università di Torino
Al «sentire i valori» di Scheler si accompagna l’esigenza di Husserl di giustificarli e renderne conto razionalmente.  Tale legame ruota sempre intorno alla bildung, la formazione personale, la ricerca della miglior vita possibile basata, per entrambi i filosofi, sul contatto fra volontà e tempo.

16 martedì
ore 14.30 | sala grande
Welfare urbano, Wellbeing collettivo
Housing, innovazione sociale e sicurezza
con Fabio Armao, DIST, Giordana Ferri, Fondazione Housing Sociale, Paolo Favole ed Enrico Garbin, Borgo ecosostenibile Figino, Paolo Giardiello, Università Federico II di Napoli, Giovanni Magnano, Comune di Torino, Ezio Manzini e Anna Moroni, Politecnico di Milano, Paolo Mellano, DAD Politecnico di Torino, Stefano Staghellini, IUAV di Venezia, Gianfranco Todesco, Comando Polizia locale di Torino, Grazia Tomajno e Luisa Ingaramo, Compagnia di S.Paolo
A partire da Starting Up Communities (Hoepli) a cura di Giordana Ferri, la riflessione è intorno all’Housing collaborativo, per un controllo dal basso della sicurezza urbana e dell’appropriazione creativa degli spazi comuni pubblici e privati.
a cura di Gangcity, DIST – Politecnico e Università di Torino
info 3396751084 | michela.sichera@polito.it

ore 18 | sala musica
Elena Mearini
Strategia dell’addio (LiberAria)
con Paolo Bianchi, critico letterario e Fabiana Marzotto
È la storia poetica di un amore e di un abbandono, raccontati in versi, dalla solitudine all’incontro, dalla crisi fino al superamento del dolore.  Le poesie, simili a brevi haiku, didascalie del quotidiano, costruiscono un canto intimo e struggente, illustrato dai disegni netti e minimali di Clara Patella.

ore 21 | sala musica
Federico Mosso
Italica Noir (Editrice Il Rinnovamento)
con Alessandro Meluzzi, criminologo e psichiatra
Dalle Bestie di Satana al caso Mattei passando per stragi e attentati, sedici racconti, coniugando l’approccio storiografico con gli stilemi narrativi più accattivanti e dinamici mutuati dalla letteratura americana, sono dedicati ad altrettante buie vicende del Novecento italiano.
a cura di Fondazione Giorgio Amendola

17 mercoledì
ore 18 | sala grande
La lotta contro il destino nella Quinta Sinfonia di Beethoven
con il pianista Andrea Malvano, ricercatore dipartimento Studi umanistici Università di Torino
a cura di Il Quadrato della Cultura di Torino

ore 18 | sala musica
Gherardo La Francesca
Sebastiano Caboto.  Storie di un viaggio nel cuore profondo del continente sudamericano (Edicampus)
con Maurizio Vanni, docente di Marketing museale Universidad del Museo Social Argentino di Buenos Aires
L’ex diplomatico, appassionato di storia, ricostruisce il viaggio del navigatore veneziano che nel Cinquecento attraversò l’Oceano Atlantico per risalire oltre 1.200 chilometri lungo il corso dei grandi fiumi sudamericani e penetrare nel cuore del continente.
a cura di MVIVA

ore 21 | sala grande
Patagonia e Terra del Fuoco
con Willy Fassio, fondatore Tucano Viaggi Ricerca
Presentazione dell’ultimo carnet de voyage (EDT) di Stefano Faravelli, presente stasera, frutto di un mese di navigazione tra i canali tra l’Isla Navarino e Capo Horm.
a cura del Tucano Viaggi Ricerca
in omaggio “Il Giornale del Viaggiatore”
info 011 5617061 | info@tucanoviaggi.com

22 lunedì
dalle ore 12.30 | sala grande
Caffè filosofico
con gli studiosi di pratiche filosofiche Università di Torino Guido Brivio e Valentina Ventrice
Un gioco di domande e risposte tra studenti delle scuole superiori con al centro temi filosofici sempre attuali.Unica competenza necessaria: la libera curiosità del pensiero.
→ ore 12.30-14 // Nella nostra vita, a livello individuale e sociale, diamo più importanza a eros (desiderio/amore/passione) o a philia (amicizia)?
→ ore 14.30-16 // Ci interessa veramente essere liberi e che cosa siamo disposti a fare per questo?
a cura di café-philo@DIDEROT
info e prenotazioni 011 6706199 | diderot.dfe@unito.it

ore 18 | sala gioco
Voci di partigiane venete (Cierre)
con Barbara Berruti, ISTORETO, Norma Victoria Berti, detenuta politica sotto la dittatura argentina e Simonetta D’Errico, associazione rEsistenze, storia e memoria delle donne
Tante donne hanno lavorato insieme per raccontare le storie di molte partigiane, provenienti dalle diverse province venete.  Un impegno corale per dare voce a una narrazione della Resistenza in un’ottica diversa.

ore 18 | sala musica
Elisabetta Jankovic
Lo sposo africano (Cairo)
La favola moderna racconta un amore che unisce due cuori e altrettanti mondi: Nina, italiana, insegna arte e lavora in radio; Yakhouba viene dal Senegal, è un imprenditore incasinato che ha dovuto sposare sua cugina.  Da un lato l’Occidente, le sue regole, l’abitudine a pianificare; dall’altro l’Africa, l’improvvisazione, le tradizioni ancestrali.

ore 21 | sala grande
Psicoscopia
La coppia
a cura di Walter Comello, psicologo psicoterapeuta
Vi è un istinto in ognuno ad unirsi e progettare la propria vita insieme, un necessario “noi e sempre” che si fa qualità di vita e sconfigge il senso di solitudine che portiamo dentro.  Eppure, malgrado la passione, l’amore e le ambizioni iniziali, in momenti diversi della vita, stare insieme non è sempre facile. È proprio nella coppia che maturano i maggiori malesseri, i conflitti con se stessi e verso il partner.  A volte ad ammalarsi è “solo” il rapporto a due, ma spesso quale conseguenza di questo ad ammalarsi sarà la vita e il corpo della persona.Il solito rigore scientifico per conoscere regole non scritte, non dette, ma che è ‘necessario conoscere.  Argomenti difficili da accettare per una irriducibile battaglia alla vita tra biologia e cultura.
prenotazione consigliata info@psychecentrostudi.it

ore 21 | sala musica
Lionello Capra Quarelli
Un martedì di pioggia (Golem)
con Giancarlo Caselli, editore
Torino, quattro nuovi misteri per il commissario De Nicola: il ritrovamento del corpo di un impresario spregiudicato, una cantante uccisa mentre interpreta Fever, la fine tragica di una vedova anticonformista, l’omicidio di un imprenditore tramite un’arma semplice ma letale.

23 martedì
ore 21 | sala gioco
Enzo Barnabà
Aigues-Mortes, il massacro degli italiani (infinito)
con Gianni Oliva, storico
Il libro ripercorre un episodio capitale nella storia dei rapporti tra Italia e Francia: il 17 agosto 1893 ad Aigues-Mortes, dieci operai italiani furono linciati a morte da una folla inferocita.  Solo ricordando di essere stati un popolo di migranti vittime di odio razzista, si possono evitare ulteriori cacce all’uomo.

26 venerdì
ore 18 | sala grande
Pura pittura (Gli Ori)
con Federico Audisio di Somma, autore dei testi e Paola Gribaudo, curatrice dei testi
Il volume mostra il talento di Pier Tancredi De-Coll’, presente stasera, intrecciando biografia e percorso artistico, che avanzarono, influenzandosi, di pari passo.  La complessità dell’uomo ha formato la sua pittura, che va oltre gli automatismi di maniera e raggiunge quella dimensione in cui regna il bello e il sublime.

27 sabato
ore 9.30 e ore 16.30 | sala grande
Cosa significa pensare il genere?
con Olivia Guaraldo, docente di Filosofia politica Università di Verona e Francesca Rigotti, docente di Concetti e metafore della politica con riferimento a problemi di gender Università della Svizzera Italiana
L’obiettivo del convegno è favorire una riflessione sulle questioni relative al genere fornendo strumenti concettuali per leggere questa complessa e difficile tematica.Rappresenta, inoltre, un momento di riflessione per chi svolge una professione di aiuto nella società.
a cura di Istituto Change
prenotazione obbligatoria 011 6680706

29 lunedì
ore 18 | sala gioco
Massimo Campanini
L’Islam, religione dell’Occidente (Mimesis)
con i docenti Università di Torino Alessandro Mengozzi, Lingua araba e filologia semitica e Luca Patrizi, Storia dei paesi islamici
Sebbene oggi sembrino divise sul filo dello scontro di civiltà e lo spettro evocato del politologo Samuel Huntington si sia materializzato nell’incubo degli attacchi terroristici, Cristianesimo e Islam, in realtà, si sono profondamente influenzati, da sempre e fin dalle origini.
nell’ambito di I lunedì della Peterson

ore 18 | sala musica
Il Classico che non impegna #4
Oltre le barriere
con Federica Lazzerini
In un’epoca di confronto con i popoli stranieri, il letterato di origine sabina Varrone riflette su cosa significhi essere parte del mondo romano e sul ruolo che in questo gioca la lingua latina.
a cura di Progetto Odeon

31 mercoledì
ore 18.30 | sala musica
Fabio Marelli
Castelli di carte (Do it human)
con Fabrizio Gaias, caporedattore Discoradio e Irene Gillio Meina, IULM
L’autore affonda l’indagine alla base del romanzo nel proprio passato, distruggendo quelle costruzioni sociali e caratteriali che nascondevano sapientemente un bambino ferito.  E, tra sessualità, lavoro, famiglia e amicizie, racconta il suo viaggio verso la conquista dell’onestà emotiva.