OTTOBRE 2015
30
set

 

 

 

 

 

 

 

 

1 giovedì

→ ore 21 | sala gioco
MARCO BRAICO
La festa dei limoni (Piemme)
con Stefano Gobbi, comunicazione Dinoitre eventi
Roberto ha dieci anni ed è il figlio di Gabriele Longo, professore travolto dalla malattia.Insieme decidono di combatterla rivolgendosi alla loro passione per la matematica.Il romanzo fa ridere e riflettere, perché ci può essere allegria anche nella cattiva sorte.

 

2 venerdì

→ ore 21 | sala grande
MASSIMO TALLONE
BIAGIO FABRIZIO CARILLO
Il postino di Superga (Edizioni del Capricorno)
Lola, dopo sei anni di galera, cerca di rifarsi una vita aprendo un ristorante con camere nella periferia nord di Torino.Intorno a lei, ape regina bella e determinata, c’è uno strano ménage a quattro che le dà sesso, denaro, tenerezza.Fino a un suicidio sospetto che rompe il meccanismo.

 

3 sabato

→ ore 21 | sala gioco
ALBERTO MILAZZO
Uomini e insetti (Mondadori)
Il regista e drammaturgo firma il primo romanzo, in cui Andrea, che fotografa insetti come pennellate di colore, sprofonda in una spirale di sesso sempre più estremo.La scoperta del diario della madre, morta quando era adolescente, innesca un dialogo necessario fra due mondi apparentemente lontani.
3 sabato e 4 domenica | Broletto, via F.lli Rosselli 20, Novara
Un secolo di figurine Liebig 1872-1975
Nella metà del 1800, per promuovere l’estratto di carne Liebig, con ogni confezione veniva regalata una cromolitografia, una figurina artistica.Con gli anni le figurine diventano oggetto di scambio, ricerca e collezionismo.I due giorni sono dedicati a collezionisti, appassionati e curiosi.
a cura di Decio Martinisi
in collaborazione con Associazione Artisolide
info 347 1463117 | figurine.liebig@mail.com

 

5 lunedì

→ ore 18 | sala gioco
UMBERTO CAVALLARO
Donne nello spazio (Mursia)
con Antonio Locampo, giornalista scientifico
Samantha Cristoforetti, la prima astronauta italiana, è la sessantesima donna su 557 navigatori.Il redattore di “AD*ASTRA” presenta sessanta «eroine del nostro tempo» e racconta aneddoti, curiosità e ricordi delle loro imprese.
letture di Cecilia Ventigeno
6 martedì

→ ore 15 | sala musica
SEMINARIO #1
Di chi ti fidi?
con Jacopo Domenicucci, École Normale Supérieure di Parigi
Nonostante la fiducia sia motivo di preoccupazione per individui e mercati, solo la filosofia analitica degli ultimi trent’anni le ha prestato un’adeguata attenzione.Una presentazione dei principali dibattiti contemporanei ne diagnostica i limiti e indica una teoria della fiducia che riparta dal tradimento.
a cura di LabOnt

→ ore 18 | sala musica
MAURO CERUTI
La fine dell’onniscienza: epistemologie della complessità (Studium)
con i docenti dell’Università di Torino Chiara Simonigh, Storia del cinema e Federico Vercellone, Estetica
Riconciliare il mondo della tecnica con quello della vita, attraverso una nuova alleanzatra uomo-ambiente, è per l’autore la via per emanciparsi dal mito dell’onnipotenza e costruire un’antropologia adatta a un universo plurale, privo di centro e libero da ogni artificiosa gerarchia.
a cura di CIM – Centro Interuniversitario di ricerca sulla Morfologia Francesco Moiso

→ ore 21 | sala gioco
SILVIO VALPREDA
Finzione infinita (Eris)
con Tiziano Colombi e Marco Revelli, storico
L’umanità vive in perenne crisi economica a causa di una minaccia aliena.A difendere la Terra due eserciti privati che si contendono sponsor e audience.Il romanzo distopico racconta il presente attraverso un futuro che è proiezione estremistica (ma non troppo) di cose, fatti, persone di oggi.

 

7 mercoledì

→ ore 18 | sala musica
L’uomo tedesco come sintomo (Pendragon)
con il curatore Francesco Valagussa, ricercatore di Filosofia teoretica – Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, i docenti di Letteratura tedesca – Università di Torino Riccardo Morello e Chiara Sandrin e Federico Vercellone, docente di Estetica – Università di Torino
Nel saggio incompiuto, Musil analizza l’impossibilità di una ideologia dominante: distrutta ogni fede, ogni regola di vita, rimasto privo di una cultura, l’uomo crolla.L’unica teoria all’altezza dei tempi è il teorema dell’assenza di forma, antesignano dell’uomo senza qualità.

 

8 giovedì

→ ore 18 | sala gioco
Cosciente-mente (Guerini e Associati)
con la curatrice del volume Maria Giovanna Campus, psicoterapeuta, Paolo Tucci, presidente SGAI e Gianni Vattimo, filosofo
L’ultima opera di Diego Napolitani, uno dei padri del Gruppoanalisi in Italia e fondatore della SGAI, raggruppa riflessioni relative al rapporto “io/mondo”: un’approfondita analisi sulla coscienza, condotta a partire dalla diretta esperienza nella sua pratica di psicoterapeuta.
a cura di SGAI
info torino.sgai@gmail.com

→ ore 21 | sala gioco
SILVIA VITRÒ
Il cuore di Solomon (Boston 40)
con gli scrittori Gianluca Polastri e Cristina Tessore e Armando Spataro, procuratore della Repubblica
Il romanzo è il racconto di un ragazzo di vent’anni che diventa uomo: Solomon.Nato in Nigeria, la sua fuga dall’intolleranza religiosa lo porta a peregrinare per l’Africa e a misurarsi con nuove realtà.
letture di Massimo Franceschi

→ ore 21 | sala musica
PAOLO CHIAPPERO
I.M.I. 03121 (Narcissus)
con Beppe Gandolfo, giornalista e Giorgio Perona, ricercatore di storia
L’autore ricostruisce la storia vera della rocambolesca fuga del padre dal lager nazista di Berlino, raccontando anche la triste vicenda degli Internati Militari Italiani schiavizzati da Hitler per non aver voluto aderire all’esercito nazifascita dopo l’Armistizio.

 

9 venerdì

→ ore 18 | sala gioco
SABINA DE GREGORI
Titina Maselli.Autoritratto involontario di una grande artista (Castelvecchi)
con Bruno Quaranta, critico letterario
Nel salotto di casa Maselli in via Sardegna si riunivano Emilio Cecchi e Silvio D’Amico, Alberto Savinio, Corrado Alvaro e Massimo Bontempelli.In questo ambiente comincia l’esperienza artistica, fatta di pittura, scenografie e costumi, di Titina, che il libro racconta in tutte le sue fasi.
nell’ambito di Labirinti festival

 

10 sabato

→ ore 9.30 | sala grande
Racconti di storie cliniche
con lo psichiatra Salvatore Di Salvo e gli psicoterapeuti Eleonora Gasparini, Ivan Lombardo e Manuela Serra
Presentazione del quinto libro della collana di Psichiatria divulgativa, gratuita via mail, nata per informare sui temi della depressione e dell’ansia, tanto diffusi da esser diventati “malattie sociali”.
a cura di Associazione per la Ricerca sulla Depressione
info 011 6699584

 

12 lunedì

→ ore 18 | sala musica
ELEONORA GOIO
Vita al rallenty (Aras)
con Leonardo Bizzaro, giornlista, Marco e Ornella, associazione Lamontagnacheaiuta – sezione CAI Torino
Come è possibile reinventarsi una vita dopo aver subito un intervento al cervello ed essere rimasti invalidi?Quali sono le difficoltà della riabilitazione, delle barriere che crea la nostra mente e la burocrazia?Il libro risponde grazie all’intimità dell’esperienza autobiografica dell’autrice.

→ ore 20.30 | sala musica
La salute vien mangiando… il potere del cibo sulla nostra salute
con la dottoressa Federica Giacosa
Le proprietà terapeutiche del cibo e il suo ruolo nella prevenzione e nella cura di tutte le malattie.
prenotazione obbligatoria 331 8208727

 

13 martedì

→ ore 15 | sala musica
SEMINARIO #2
L’ontologia dell’horror e il disgusto
con Filippo Contesi, The University of York
Nonostante l’attenzione dedicata all’appeal apparentemente paradossale dell’horror, poco si è discusso della risposta affettiva.Secondo Noël Carroll è un misto di paura e disgusto.Di contro, il docente afferma che il disgustoso non è necessariamente, ma solo contingentemente, coinvolto.
a cura di LabOnt

 

14 mercoledì

→ ore 21 | sala grande
RODOLFO TABASSO
Il risveglio in un sogno (Sogno)
con Alessandro Castellaneta, primo violino Orchestra dell’Arsenale della Pace di Torino, Umberto Del Noce, chitarra acustica, M° Mauro Tabasso, direttore aritistico Sermig e le atlete della ginnastica ritmica della Polisportiva Città di Carignano
Un inedito TetraRecital, mix spettacolare di note, parole, danze e immagini, presenta in maniera originale il romanzo, che narra un processo alchemico di trasformazione dell’Essere che passa da Dante, Sant’Agostino e Goethe.

→ ore 21 | sala gioco
Nell’anno della luce: cieli perduti
con Guido Cossard, presidente Associazione ricerche e studi di archeoastronomia valdostana
L’incontro, a cura di Donatella Crosta, è organizzato dall’associazione Aiuto allo Zanskar Onlus, laica e apolitica, basata sul volontariato, che dà particolare attenzione alle popolazioni di cultura tibetana delle regioni indiane di Ladakh e Zanskar
info aazanskar.org

————————————————————————————————————–

da 15 giovedì a 17 sabato
Man on stage/man on the backstage
Il Circolo ospita alcuni appuntamenti della terza edizione del festival Avanscena.International Festival of Costume and Set Design.
→ 15 giovedì | sala gioco
ore 10 Verso una scenografia che cambia con Accademia Albertina di Torino
ore 11 Calligari, la logica del delirio con Pier Giorgio Tone, studioso di estetica e storico del cinema
ore 12 Iter teatro con Ottavio Anania, scenografo
→ 16 venerdì | sala gioco
ore 10 Folla e follia, Walter Banjamin e i flash mob con Francesco Forlani, fondatore “Passo Doble” e “Sud”
ore 11 On Stage: l’artigianato creativo del costume con le costumiste Giulia Accornero, Anna Bonardello e Francesca Cibischino
ore 12 Storytelling: l’arte del racconto orale e “scenografia di parole” con Paola Balbi, direttrice artistica Festival internazionale e della Compagnia di storytelling Raccontamiunastoria
→ 17 sabato | sala gioco
ore 10 Alessandro e Antonio Sanquirico: fra scenografia, collezionismo e mercato dell’arte con Alice Martignon, Ph.D.in Storia dell’arte e borsista Galleria Giorgio Franchetti alla Ca’ d’Oro
ore 11 Al lavoro con Carmelo Bene: il caso particolare di Salvatore Vandittelli con Armando Petrini, docente di Discipline dello spettacolo – Università di Torino
ore 12 Arte come azione con Giulio Ciavoliello, docente di Storia dell’arte contemporanea – Accademia di Belle Arti di Brera

info 371 1750859 | avanscena.it | avanscena.org
avanscena@gmail.com

——————————————————————————————————————-

da 15 giovedì a 17 sabato
PENSARE IL CIBO ed 02
Del consumo (e) delle istituzioni è il tema della tre-giorni di incontri di filosofia del cibo (accompagnati da musica da tavola), focalizzati sulla questione del modello consumistico globale e sul rapporto tra le difficili libertà individuali e le istituzioni politiche.Perché parlare di politiche alimentari di accesso al cibo significa, prima di tutto, parlare degli orientamenti filosofici che le sostengono.
pensareilcibo.it

→ 15 giovedì ore 18 | sala grande
Ensemble Leana
con Davide Ferella, mandolino, Noelia Reverte Reche, viola da gamba, Gabriele Levi, clavicembalo | musiche di Antonio Vivaldi, Giuseppe Gaetano Boni, Marin Marais, Domenico Scarlatti
a seguire
Accesso al cibo come giustizia sociale
con Bruno Bignami, teologo, Leslie Cameron Curry, SFI e Giacomo Marramao, filosofo
Un confronto sull’essenza della cooperazione e sui problemi dell’appropriazione: sul modo di intendere il mercato, l’esposizione reciproca sollecitata dagli scambi, e il rapporto tra le libertà individuali e le istituzioni politiche.

→ 16 venerdì ore 18 | sala grande
Jacobean Consort Music
con Giulia Grata, voce, Nelson Escudero, Serena Leonardi, Mauro Colantonio, Norma Torti, viole da gamba | musiche di Alfonso Ferrabosco II, William Byrd
a seguire
Si può davvero frenare il consumismo?
con i filosofi Carola Barbero e Nicola Perullo e Orlando Perera, giornalista
Per mettere in discussione i modelli economici che spingono al consumo compulsivo e schiavizzato è necessario innanzitutto capire come mettere in discussione il linguaggio, l’immaginario e il sistema di relazione con le cose.

→ 17 sabato ore 18 | sala grande
Convivio a casa Schumann
con Andrea Massimo Grassi, clarinetto e Anna Quaranta, pianoforte | musiche di Johannes Brahms
a seguire
La Carta di Milano.Nutrire il Pianeta attraverso la globalizzazione o le comunità?
con Remo Bodei, filosofo, Alberto Sinigaglia, giornalista e Stefano Zamagni, economista
Il teorico dell’economia civile discute con un maestro della genealogia moderna sull’astrazione economica e sui suoi aspetti politici nella globalizzazione, per un esame critico dei principi che ispirano la Carta di Milano.

————————————————————————————————————-

 

15 giovedì

→ ore 18 | sala gioco
Orti del Paradiso
Capolavori d’arte dal XV al XXI secolo
con Martina Corgnati e Associazione Culturale Marcovaldo
Al Filatoio di Caraglio Orti del paradiso, una mostra curata da Martina Corgnati e un orto realizzato dall’architetto Paolo Pejrone. L’allestimento fa parte di Gusto e bellezza dal giardino alla tavola, iniziative sui temi dell’orto e del giardino a Caraglio, Busca, Costigliole Saluzzo, Dronero, Mondovì, Saluzzo, Vinadio.Presentazione del catalogo.

→ ore 21 | sala gioco
CHRISTIAN RUSSO
Hojojutsu.L’arte guerriera della corda (Yoshin Ryu)
Lo Hojojutsu o “arte della corda da cattura” è una complessa disciplina giapponese usata da soldati e polizia per l’arresto, il trasporto, la detenzione e l’interrogatorio dei prigionieri.Il saggio racconta i suoi seicento anni di storia, gli sviluppi tecnici, metodologici, i contatti con l’esoterismo e la filosofia del tempo.

 

16 venerdì

→ ore 10 | sala grande
Image
Il tema del quinto workshop nazionale è Ecoturismo: natura, sport, enogastronomia.Con quaranta interventi e un’area B2B per incontri di networking, il confronto è tra operatori della green economy per esplorare le opportunità del turismo sostenibile.
ingresso libero con registrazione su workshop-image.it

→ ore 18.30 | sala gioco
MASSIMILIANO ROSSI
Unione e diversità (Olschki)
con Gianni Carlo Sciolla e Federico Vercellone dell’Università di Torino
I primi due capitoli del volume sono speculari: nel primo la Cappella Sistina rivela un’ispirazione vasariana, nel secondo è la compagine delle Vite di Vasari ad avere la suggestione strutturale della Cappella.Stesso rapporto fra la sfortuna critica di Pontormo e la riconsiderazione dell’opera letteraria di Bronzino.

→ ore 21 | sala gioco
MARIO PARODI
Gli stadi di Giovannino (Zona)
con Bruno Quaranta, critico letterario
La storia, fantastica, è quella di Giovannino che, nato il 31 gennaio 1888, per un incantesimo rimane per sempre un bambino di dieci anni. È staffetta partigiana, angelo del fango a Firenze nel 1966, conosce il cardinale Richelmy, il sensitivo Rol, Pietro Rava, Mike Bongiorno.Ed è l’unico a essere entrato in tutti gli stadi di Torino, dall’Umberto I allo Juventus Stadium.

 

17 sabato

→ ore 10 | sala grande
Fare testamento: come e perché lasciare un segno
con Roberto Bennati, vicepresidente LAV – Lega Anti Vivisezione e Giovanna Ioli, notaio.
L’incontro conoscitivo è per scoprire cosa può rappresentare il testamento per il singolo per i diritti degli animali.Un notaio è a disposizione per rispondere alle domande.
a cura di LAV
iscrizione obbligatoria 3204792597 | lasciti@lav.it

→ ore 21 | sala gioco
PIETRO TARTAMELLA
La stretta di mano e il cioccolatino.I detenuti raccontano (Giovane Holden)
Il libro-diario racconta due anni di lavoro in carcere con il progetto europeo Parol. È una testimonianza che ha anche un valore letterario nel mostrare, attraverso gli scritti, i racconti, le poesie, gli haiku, i cut-up dei detenuti, quel mondo sconosciuto dietro le sbarre.
letture di Narratori di Macondo e Verbavox
a cura di Cascina Macondo

—————————————————————————-
19 lunedì e 20 martedì
Norberto Bobbio.Politica e cultura sessant’anni dopo
Seminario in tre sessioni a cura di Centro studi Piero Gobetti, in collaborazione con Giulio Einaudi editore.

19 lunedì
→ ore 16 | sala gioco
Apertura dei lavori con Andrea Bobbio e Pietro Polito, direttore Centro studi Piero Gobetti
a seguire
Il compito dell’intellettuale, ieri e oggi
presiede Walter Barberis, Presidente di Giulio Einaudi editore | con Jacopo Rosatelli,dottore di ricerca in Studi politici – Università di Torino, Marco Albeltaro, dottore di ricerca in Storia contemporanea – Università di Torino e Bruna Piatti Morganti, collaboratrice cattedra di Filosofia del diritto e Diritti dell’uomo presso l’Università di Urbino
Dal dialogo critico di Norberto Bobbio con i comunisti alle attuali condizioni di sviluppo della cultura: esiste ancora la possibilità della discussione?Con questa domanda si apre il convegno dedicato a Politica e cultura a sessant’anni dalla sua pubblicazione.

20 martedì
→ ore 10 | sala gioco
Quale libertà?
presiede Alfonso Di Giovine, professore emerito di Diritto costituzionale italiano e comparato – Università di Torino | con Lorenzo Vai, ricercatore in Studi europei – Istituto Affari Internazionali di Roma e Centro Studi sul Federalismo di Torino, Giuseppe Sciara, dottore di ricerca in Studi politici – Università di Torino e Paolo Bonetti, docente di Filosofia morale e Bioetica – Università di Cassino
Dal confronto di Bobbio con il pensiero politico di Croce alla discussione sulla libertà degli stati comparata a quella dell’Unione europea nel dibattito contemporaneo: libertà e liberalismo, ieri e oggi.

→ ore 15 | sala gioco
L’Europa della cultura
presiede Pier Paolo Portinaro, docente di Filosofia politica – Università di Torino | con Diego Guzzi, vicepresidente Unione Culturale Antonicelli, Eleonora Piromalli, assegnista di ricerca in Filosofia politica – Università di Roma La Sapienza e Franco Sbarberi, professore emerito di Filosofia politica – Università di Torino
Contro la terza guerra mondiale: dall’esperienza di Norberto Bobbio nella Società europea di cultura all’affermazione della necessità di un legame tra democrazia, pace e diritti dell’uomo.

—————————————————————————-

19 lunedì

→ ore 18 | sala gioco
GIOVANNI CUNIBERTI
GIANLUCA GIOLINO
Guida pratica ai mercati finanziari (Hoepli)
con Vittorio Giuseppe, giornalista
Il libro affronta in modo semplice, ma completo, il processo formativo necessario a diventare un investitore qualificato.Partendo da una base teorica vengono analizzati tutti gli aspetti metodologici che consentono di operare sui mercati finanziari in modo professionale.

→ ore 21 | sala grande
Le trasformazioni del linguaggio
con Marco Casino, fotografo vincitore del World Press Photo 2014 sezione Multimedia e Liborio Termine, docente di Fotografia e Storia del cinema – Università di Torino
I media partecipano al modellamento delle rappresentazioni attraverso linguaggi che evolvono e si contaminano a vicenda, tra multimedialità, connessioni social e tradizione.Che ruolo ha la fotografia in questo scenario?
info phom.it

→ ore 21 | sala gioco
VITTORIO NESSI
In fuga dalla legge (Daniela Piazza)
con Giampaolo Zancan, avvocato
Il pm Bruno Ferretti ritrova una scatola di ricordi e va alla ricerca del senso dell’esistenza rivivendo la storia di famiglia.Un orrendo delitto fa da sfondo al romanzo che attraversa gli anni della Seconda Guerra Mondiale, gli ultimi giorni del fascismo e si intreccia con il suo lavoro quotidiano.
info gabriellabardaro.com

 

20 martedì

→ ore 15 | sala musica
SEMINARIO #3
Il realismo del mondo quotidiano e quello della scienza: una frattura insanabile?
con Mario De Caro, Università Roma Tre
Per alcuni il mondo è composto veramente dalle entità che si incontrano nella vita quotidiana; per altri l’unico mondo è quello, inosservabile, delle entità microfisiche da cui tutto deriva e a cui tutto si riduce.Non c’è modo di conciliare l’aspro conflitto tra questi due paradigmi teorici?
a cura di LabOnt

 

21 mercoledì

→ ore 18 | sala musica
Raffles (CasaSirio)
con Chiara Bonsignore, traduttrice volume
A.J.Raffles è un personaggio ideato da E.W.Hornung – cognato del Doyle padre di Sherlock Holmes – negli anni 1890 per una fortunata serie di romanzi (e film), mai pubblicato prima in Italia.Prototipo del ladro gentiluomo, ruba quando ha bisogno, usa travestimenti astuti ed è superbo nell’arte del furto, pur mantenendo un’apparenza sofisticata.

 

22 giovedì

→ ore 17 | sala grande
FRANCESCO FONTANELLI
Casella, Parigi e la Guerra.Inquetudini moderniste da Notte di Maggio a Elegia eroica (De Sono)
con Andrea Malvano, coordinatore editoriale De Sono e Giorgio Pestelli, musicologo
Il volume dello studioso racconta il soggiorno parigino (1912-14) e la produzione espressionista del compositore e pianista Alfredo Casella.
a cura di De Sono associazione per la musica
info 011 66 45 645 | desono@desono.it

→ ore 18 | musica
LAURA MALATERRA
Ricordi di cibo, il cibo dei ricordi (Robin)
con Daniela Finocchi, giornalista
Il buon cibo può fare la differenza tra esistere e vivere.Frutta, verdura, pietanze, dolci e leccornie varie sono protagonisti dei quadri di vita familiare raccontati dall’autrice come pezzi di un mosaico colorato di memorie.
letture di Beppe Gromi

 

27 martedì

→ ore 15 | sala musica
SEMINARIO #4
Vino vecchio in otri nuovi?
con Jocelyn Benoist, École normale supérieure di Parigi
Il Nuovo Realismo non è un movimento unificato, ma una prospettiva condivisa sull’indipendenza della realtà dal pensiero e, in modi diversi, sulla preminenza dell’una sull’altro.Il docente stila una tipologia dei diversi modi di essere “neo-realisti”, ragionando se il realismo possa e debba essere “nuovo”.
a cura di LabOnt

 

28 mercoledì

→ ore 15 | sala biblioteca
Errare: una dimensione dell’esistenza
con Rosa Elena Manzetti, psicoanalista Associazione Mondiale di Psicanalisi, Mauro Felletti, neurologo responsabile area neuroscienze CiDiMu Torino e Daniela Lucangeli, docente di Psicologia – Università di Padova
Sbagliare non è peccato.Incontreremo l “errore”, anche come inganno sulla realtà, riflettendo sulla sua genesi, sul suo significato manifesto e latente, per scoprirne la presenza ,anche come mancanza. Un appuntamento imperdibile. si incontrano in un discorso appassionato ed avvincente il Pensiero filosofico, scientifico e psicanalitico
a cura di CNIS-Piemonte
ingresso con iscrizione

 

30 venerdì

→ ore 17 | sala lettura
Attraversando morte, lutto, creatività (Edizioni Universitarie Romane)
con la curatrice del volume Simonetta Putti, psicoterapeuta ed Emilio Coveri, presidente Exit-Italia
Il volume raccoglie una serie di contributi sulla morte e il lutto, che, dolorosi e inevitabili, bisogna imparare ad accettare.Solo attraversandoli congliendone il senso, si può affrontare la vita e trasformare creativamente il dolore in opera.
a cura di Exit-Italia

→ ore 18 | sala musica
FULVIO FIORI
Curarsi con la scrittura (Tea)
Il manuale di Healing Writing è per chi desidera intraprendere un cammino di autoconoscenza e realizzazione, per risanare le ferite del passato e avere un futuro sereno.Lo strumento è la parola scritta, spesso egocentrica e narcisista, messa al servizio del benessere psicofisico profondo.

→ ore 20.45 | sala grande
L’oro bianco di Dresda
di e con Maria Rosa Menzio, danza Marica e Giada Vinassa
Lo spettacolo porta in scena il “baratto dei Dragoni”: seicento soldati di Augusto il Forte di Sassonia in cambio di centocinquanta porcellane di Federico di Prussia fatte con un materiale che nasconde un segreto.Prima, il caffè scientifico è con Franco Pastrone, docente di Meccanica razionale – Accademia delle Scienze di Torino.
nell’ambito di Teatro e Scienza

 

31 sabato
→ ore 10.30 | sala grande
Fin dove si può spingere una etno-analisi?
con Marc Augé, etnologo, Carlo Brosio, presidente Centro torinese di psicoanalisi e Federico Vercellone, docente di Estetica – Università di Torino
Nell’incontro con il famoso etnologo e antropologo dei non-luoghi si riflette su quali siano i limiti e i confini accettabili di un’analisi che tenga in considerazione elementi “etnici”.

→ ore 17 | sala musica
Bute (Analogon)
con Olivia Manescalchi, attore e Angela Peduto, traduttrice volume
Pascal Quignard, a partire dal mito (Bute è l’argonauta che volle ascoltare il canto delle Sirene e si gettò nell’acqua), intreccia immagini e riferimenti letterari, insieme a frammenti di eredità greca e latina, e intanto tesse la sua meditazione sulla musica e tenta di afferrarne l’essenza.