Sala Grande
14
Lug

La Sala Grande, già Sala d’Onore, che l’architetto Baroncelli volle simile a quella di Diana della Reggia di Venaria è un gioiello dell’architettura barocca.La sua decorazione plastica è stata progettata nel 1781 dall’architetto Dellala di Beinasco ed eseguita da Giovan Battista Bernero.

La sera del 7 settembre 1706, il Duca Vittorio Amedeo II con la sua Corte, il Principe Eugenio di Savoia e il Generale Wilhelm von Daun, comandante della piazzaforte torinese, festeggiarono in questa sale la vittoria dei Piemontesi sulle truppe francesi.Nel gennaio 1859 si svolse il Gran Ballo per il fidanzamento tra la quindicenne Principessa Maria Clotilde di Savoia e il Principe Girolamo Bonaparte.
Qui vennero, inoltre, rappresentate numerose opere di grandi musicisti dell’epoca e nel 1889, Arturo Toscanini si esibì come violoncellista.

Dotazioni tecniche
Impianto Mixer: Yamaha MG 24/12FX (24 canali input, 6 uscite ausiliarie + 4 gruppi)
Impianto Audio: 2 finali e 2 casse d&b Audiotechnik su piantana; 2 monitor Audio Db tecnologies
Impianto Luci: 2 piantane h mt 2,30 con 4 faretti regolabili Fresnel FS-500 650W
Consolle luci: Superlite CX-403 e 1 Dimmer Super Lite DX-404
Microfoni: microfoni da tavolo con supporto, a filo con aste, radio-gelato, radio-archetto
Impianto di proiezione: proiettore NEC NP1000; schermo a cartina 2 mt per 2,20
Palco: pedana 4 mt x 2 mt alta 40 cm; accesso privato nella zona palco
Altro: 1 pianoforte a coda del 1900, R.Lipp&John Stuttgart