BUON COMPLEANNO JANE AUSTEN. 5 COSE CHE FORSE NON SAI SULL’AUTRICE DI ORGOGLIO E PREGIUDIZIO

Oggi, nel 1775, nasceva la nostra amatissima Jane Austen.
La sua citt√† natale √®¬†Steventon, un villaggio rurale dell’Hampshire, in Inghilterra. L√† c’√® un vecchio tiglio che si ritiene sia stato piantato dal fratello maggiore della scrittrice, James.¬†√ą vicino alla parrocchia del padre.

Vi abbiamo raccontato della sua storia d’amore con Tom Lefroy, delle viole e dei narcisi che decoravano rigogliosi il suo giardino, delle fantastiche “paper dolls” a lei ispirate, di Orgoglio e pregiudizio vi abbiamo raccontato qui, e poi¬†di cosa significa essere Janeites, ovvero super fan di Jane¬†e¬†dei film tatti dai suoi romanzi.

Oggi vi raccontiamo 5 curiosità sulla sua vita.

1. Jane Austen non si spos√≤ mai.¬†E questo forse lo sapete. Ha ricevuto e accettato una proposta di matrimonio, era il 2 dicembre 1802. Stava per compiere 27 anni. Il ragazzo aveva cinque anni e mezzo meno di lei e si chiamava Harris. La famiglia lo trovava un po’ sempliciotto e rozzo.

2. Jane Austen immaginava le vite dei suoi personaggi anche dopo aver concluso i romanzi. Per esempio aveva ben in mente che cosa successe dopo a Kitty Bennet di Orgoglio e pregiudizio: sposò un sacerdote vicino Pemberley. Mary invece sposò un impiegato.

3. Jane Austen faceva sul serio. Ha cominciato a scrivere racconti e opere teatrali, ma anche poesie, quando aveva solo 12 anni. Le piaceva cimentarsi con le parodie, all’inizio. Era solita leggere davanti alla sua famiglia riunita a voce alta. A 23 anni ha scritto le prime bozze di quelli che diventeranno pi√Ļ tardi Ragione e sentimento e Orgoglio e pregiudizio. Era molto orgogliosa della sua attivit√† di scrittrice, lo si evince dalle lettere alla sorella Cassandra.

4. Nonostante il suo ritiro in campagna, Jane Austen ha avuto una vita molto attiva.¬†Il ritratto che si da di lei √® quello di una donna tranquilla, nubile, come nella migliore tradizione vittoriana. Ma Jane, pur vivendo nel suo piccolo villaggio di campagna ha avuto moltissimi contatti con la societ√†, amicizie e ha viaggiato, soprattutto a Londra per assistere a spettacoli di teatro e visitare mostre d’arte.

5. I libri di Jane Austen sono amati anche dagli uomini. Forse è superfluo ribadirlo, ma i romanzi di Jane erano i preferiti anche di molti lettori maschi. Non hanno niente a che fare con i romanzi chick-lit, i personaggi sono credibili, le trame realistiche, affrontano temi morali, sono anche umoristici e soprattutto sagaci. Harold Macmillan, primo ministro britannico, era un fan di Jane, e anche Winston Churchill. Rudyard Kipling leggeva Jane Austen a voce alta per la moglie e la figlia ogni sera. Sir Walter Scott, ha elogiato la sua scrittura nel proprio diario.