Avviso pubblico di asta 1
14
Dic

14 dicembre 2018

Avviso pubblico di asta per locazione dell’immobile di proprietà comunale situato in Rivoli (TO) presso il Complesso Ex Mattatoio in Via Rosta n. 23.

Premesso che:

a) la città di Rivoli di seguito (“Comune”) è proprietaria del complesso immobiliare Ex-Mattatoio situato a Rivoli (To), in via Rosta 23 (il “Complesso”);

b) il Comune con deliberazione della Giunta Comunale n. 288 del 22 settembre 2015, ha affidato alla Fondazione Circolo dei Lettori di Torino (“Fondazione”) la concessione in uso e gestione del Complesso quale ulteriore sede ove svolgere le iniziative culturali di cui è promotrice;

c) a tal fine la Fondazione e il Comune hanno sottoscritto in data 22 dicembre 2015 la convenzione per la concessione dell’Ex-Mattatoio per una durata di circa 10 (dieci) anni dalla data di consegna dell’immobile avvenuta il 29 Febbraio 2016 (“Convenzione”);

d) la Fondazione, allo scopo di creare un nuovo polo culturale di riferimento dell’area metropolitana torinese e della Regione Piemonte mediante la promozione di attività culturali, musicali e artistiche d’intesa con altri soggetti di eccellenza sul territorio, ha affidato i servizi di ristorazione, gestione bar, affittacamere e organizzazione di eventi culturali, presso i locali del Complesso alla società Barbatelle S.r.l.;

e) non tutti gli spazi del Complesso sono oggetto della Concessione;

f) la Fondazione intende concedere in locazione commerciale a terzi alcuni locali estranei al perimetro della Concessione, selezionando il locatore nel rispetto dei principi dell’evidenza pubblica;

*****

tutto ciò premesso, si rende noto che il giorno 14 gennaio 2019, alle ore 10, si procederà all’esperimento dell’asta pubblica per aggiudicare la locazione dell’immobile (“Immobile”) identificato al Catasto del Comune di Rivoli, al foglio 41 particella 99, spazi evidenziati in colore giallo sulla piantina dei locali per formarne parte integrante e sostanziale (Allegato 1) ai seguenti termini e condizioni.

1) Soggetti ammessi all’asta

Sono ammessi a partecipare all’asta persone fisiche o giuridiche che non si trovino in situazioni che comportano la perdita o sospensione della capacità di contrattare con la Pubblica Amministrazione e che non versino nelle condizioni di cui all’art. 80 del d.lgs. 50/16 individuate dalla Fondazione nel modello di dichiarazione sostitutiva.

Non sono ammessi soggetti che svolgano attività o operino in settori contrari o incompatibili con i valori della Fondazione quali risultanti dallo Statuto.

2) Oggetto e condizioni della locazione

L’Immobile, attualmente occupato, sarà concesso libero entro 30 giorni dall’aggiudicazione, nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, rimanendo a carico del conduttore la richiesta e l’ottenimento di eventuali concessioni, licenze e autorizzazioni edilizie, amministrative e/o di pubblica sicurezza occorrenti per l’uso attuale e per quelli consentiti.Il conduttore non potrà avanzare pretese a qualsiasi titolo per eventuali interventi di ristrutturazione, conservazione, manutenzione straordinaria e/o di adeguamento tecnico, igienico sanitario che si rendessero necessari ai fini e nei limiti degli usi consentiti.Le eventuali concessioni, nulla osta, licenze, autorizzazioni amministrative e/o di pubblica sicurezza occorrenti per l’utilizzo ai fini imprenditoriali, artigianali e professionali dell’immobile, dovranno essere richieste ed ottenute a cure e spese dell’aggiudicatario, senza che l’aggiudicazione costituisca impegno al loro rilascio da parte degli organi amministrativi competenti.

Il contratto di locazione ha durata di 6 anni decorrenti dalla data della sottoscrizione, con possibile rinnovo di ulteriori 6 anni, salva la disdetta del conduttore da comunicarsi con raccomandata a/r o PEC entro 6 mesi dalla scadenza dello stesso.La Fondazione potrà recedere alla prima scadenza del contratto previa comunicazione con raccomandata a/r o PEC entro 6 mesi ai sensi dell’art. 29 della legge 392/78.

E’ fatto espressamente divieto al conduttore di sublocare, o comunque cedere a qualsiasi titolo, anche gratuitamente, in tutto o in parte, l’Immobile senza autorizzazione della Fondazione.

L’aggiudicatario e la Fondazione stipuleranno il contratto di locazione in conformità all’allegato (Allegato 2).Le spese di stipulazione del contratto sono a carico del conduttore.

3) Modalità di partecipazione

I concorrenti dovranno far pervenire in busta chiusa e controfirmata sui lembi presso gli Uffici della Fondazione in Torino, in via Bogino n. 9, l’offerta economica entro le ore 12:00 del giorno 11 gennaio 2019.Si rammenta che gli uffici della Fondazione Circolo dei lettori saranno chiusi dal 31 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019 compreso.

Per ragioni di trasparenza, parità di trattamento e tutela della segretezza delle offerte, non si darà corso all’apertura di offerte pervenute successivamente a tale termine.

La busta dovrà contenere:

a) offerta economica debitamente sottoscritta, contenente il canone di locazione offerto, formulata compilando il modello allegato (Allegato 3);

b) dichiarazione sostitutiva ai sensi dell’art. 445/00 da redigere compilando il modello allegato (Allegato 4).

Entrambi i documenti dovranno essere corredati da documento di identità in corso di validità del sottoscrittore.

L’aggiudicazione sarà a favore dell’offerta con il canone annuo di affitto più alto rispetto alla base d’asta pari a € 10.000 (diecimila), oltre IVA.

In caso di discordanza tra l’indicazione espressa in cifre e quella espressa in lettere, si considera prevalente quella espressa in lettere.

La Fondazione può procedere all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida purché conveniente e idonea in relazione all’oggetto del contratto.

4) Sopralluogo

Il sopralluogo è obbligatorio e a pena di esclusione.

E’ possibile effettuare il sopralluogo presso i Locali oggetto della presente procedura nei giorni dal 17 al 21 dicembre e il 27 e 28 dicembre 2018 e dal 7 al 10 gennaio 2019, previo appuntamento a mezzo e-mail all’indirizzo gregnanini@circololettori.it.Il sopralluogo può essere effettuato da un rappresentante legale o da soggetto diverso munito di delega.Ultimato tale incombente, la Fondazione rilascerà all’operatore economico apposito attestato di avvenuto sopralluogo.

 

Allegati:
1) piantina dei Locali;
2) schema di contratto di locazione;
3) modello offerta economica;
4) modello dichiarazione sostitutiva ai sensi del d.p.r. 445/00