Call Hangar Book
8
Nov

Invito pubblico per la selezione di 5 case editrici piemontesi che usufruiranno del servizio di affiancamento offerto da Hangar Book

1 _ Contesto e obiettivi

Hangar Book è una delle linee di intervento del programma Hangar.Re-inventare il futuro dell’Assessorato alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte e nasce dalla collaborazione fra Il Circolo dei Lettori e la Fondazione Piemonte dal Vivo.  È rivolto a tutte le case editrici piemontesi che desiderino sviluppare le proprie competenze e capacità manageriali e gestionali.

Hangar Book attraverso un servizio di accompagnamento alle realtà interessate, si pone l’obiettivo di favorire:

• lo sviluppo delle organizzazioni
• le capacità manageriali di pianificazione
• la capacità di analisi critica dei problemi e la propensione alla risoluzione delle criticità
• una maggiore sostenibilità economica e occupazionale delle organizzazioni

Per usufruire del servizio offerto da Hangar Book le case editrici possono candidarsi attraverso la call per presentare la propria organizzazione e il proprio progetto di sviluppo strategico.
Per ogni call Hangar Book seleziona 5 case editrici piemontesi a cui offrire il servizio di affiancamento e con ciascuna studia un percorso di contenuto e intensità variabile in base alle specifiche esigenze.
L’accompagnamento prevede un programma di incontri per una durata di 6 mesi, da giugno a dicembre 2018.

Premesso tutto ciò, Il Circolo dei Lettori invita alla presentazione dei progetti secondo le modalità previste nella presente call.

2 _ Invito alla presentazione dei progetti

Le case editrici attive in Piemonte sono invitate a presentare un progetto di sviluppo dell’organizzazione che può riguardare l’introduzione di nuovi progetti/prodotti o il miglioramento organizzativo interno della propria struttura.
Il progetto che la realtà candida per essere sviluppato con il supporto del team di Hangar Book deve costituire un elemento di novità rispetto all’attuale organizzazione interna della struttura o alle attività che essa svolge.

Le aree strategiche di riferimento su cui Hangar Point interviene sono:

Project management
Attività finalizzata a promuovere l’apprendimento di strumenti e metodologie di lavoro volti a una maggiore attitudine all’analisi, al problem solving e alla presa di decisioni strategiche più efficaci ed efficienti nelle aree operative dell’organizzazione.

Le attività che verranno sostenute e sviluppate in quest’area sono:

• definizione di strumenti di programmazione economico-finanziaria;
• definizione degli aspetti principali di un progetto: obiettivi, strategie e risultati attesi;
• risorse organizzative ed economico-finanziare necessarie, aspetti logistici e tecnici, valutazione dei rischi e analisi dei risultati;
• identificazione e organizzazione di gruppi di lavoro per la progettazione e la realizzazione delle attività;
• supporto alla realizzazione di un’analisi di benchmarking, di un piano di marketing e all’attività di budgeting, in relazione al piano strategico.

Comunicazione strategica
Attività finalizzata a trasmettere le competenze di comunicazione necessarie per raccontarsi in modo efficace e comunicare con gli strumenti più appropriati fornendo un metodo di lavoro reiterabile nel tempo.

Le attività che verranno sostenute e sviluppate in quest’area sono

• individuazione della propria “personalità” (posizionamento comunicativo);
• indicazioni strategiche per la costruzione/restyling dell’identità visiva dell’organizzazione o del progetto; • progettazione della strategia di comunicazione offline e digitale (sito, blog, social media);
• affiancamento nell’implementazione della strategia di comunicazione (indicazioni per redazione testi, comunicati stampa, piano editoriale social media).

Consulenza aziendale e strategie di innovazione
Attività finalizzata a trasferire un know-how nell’ambito della gestione delle risorse umane, della struttura organizzativa in base alla necessità di adottare nuove metodologie e strumenti, con l’obiettivo di lavorare anche su prodotti e processi innovativi.

Le attività che verranno sostenute e sviluppate in quest’area sono:

• individuazione di strumenti per favorire i processi di delega e di metodologie per il team building, la presa delle decisioni e la condivisione degli obiettivi;
• identificazione degli obiettivi, delle attività chiave e dei principali processi aziendali attivati/da attivare e valutazione di azioni di miglioramento;
• individuazione di indicatori economici/finanziari, e non solo, utili per misurare e monitorare l’andamento della specifica realtà in accompagnamento;
• adozione di strumenti gestionali per tenere sotto controllo attività e raggiungimento dei risultati;
• valutazioni sulla forma giuridica e gli aspetti amministrativi della struttura;
• individuazione di strumenti e metodologie per lo sviluppo di progetti innovativi;
• individuazione di strumenti per favorire i processi di innovazione.

3 _ Soggetti beneficiari

Possono beneficiare del sostegno, ai sensi dell’art. 2 della L.r 18/2008, le piccole e microimprese editrici che al momento della presentazione della domanda abbiano i seguenti requisiti:

1) siano iscritte regolarmente presso la competente Camera di Commercio;
2) abbiano prodotto o distribuito, anche al di fuori del territorio regionale, almeno 5 titoli e non più di 500 a catalogo corrente (opere in commercio);
3) abbiano sede legale ed attività produttiva in un comune del Piemonte;
4) siano un’impresa editrice indipendente, non appartenente ad un grande gruppo editoriale;
5) abbiano come attività prevalente l’attività editoriale;
6) non siano oggetto di procedura concorsuale per insolvenza o non soddisfino le condizioni previste dal diritto nazionale per l’apertura nei loro confronti di una tale procedura richiesta dai loro creditori;
7) non siano classificabili come “imprese in difficoltà” ai sensi dell’art. 2, punto 18 del regolamento (UE) n. 651/14;
8) siano in regola con le contribuzioni fiscali e previdenziali e ottemperanti gli obblighi dei C.C.N.L..

Non possono beneficiare dei contributi previsti nel presente bando gli Istituti Culturali, le Fondazioni e le Associazioni che, pur svolgendo attività editoriale, non presentano carattere di “impresa” con finalità di natura commerciale e imprenditoriale.

4 _ Modalità e termini di presentazione della candidatura

La candidatura deve contenere, a pena esclusione, la presente documentazione:

ALLEGATO 1 – Domanda di partecipazione;
ALLEGATO 2 – Descrizione dell’organizzazione e presentazione del progetto di sviluppo strategico;
• Copia non autenticata di un documento di identità, in corso di validità, del legale rappresentante del soggetto proponente;
• Copia dell’Atto costitutivo.

La candidatura, completa di tutti i documenti richiesti e firmata dal legale rappresentante, deve essere obbligatoriamente inviata entro e non oltre il 4 DICEMBRE 2018 pena esclusione per via telematica, tramite PEC, all’indirizzo di posta elettronica certificata hangarbook@legalmail.it
Nella mail dovrà essere riportato come oggetto “CALL 2 – HANGAR BOOK”.

5 _ Criteri e modalità di valutazione e selezione

La selezione è effettuata sulla base della valutazione dei progetti di sviluppo strategico dell’organizzazione e in base ai criteri, con relativi punteggi, riportati in tabella.
L’esame dei progetti avviene sulla base della documentazione presentata e su autonomo e insindacabile giudizio della Commissione di valutazione.

La Commissione di valutazione procede all’esame dei progetti preventivamente ritenuti formalmente ammissibili dalla Fondazione.

La Commissione di valutazione dei progetti sarà costituita da 3 membri di cui 2 esperti individuati dal Direttore del Circolo dei Lettori in accordo con il Direttore della Fondazione Piemonte dal Vivo e 1 membro individuato dal Direttore dalla Direzione Promozione Cultura, Turismo e Sport della Regione Piemonte.

I colloqui saranno svolti presso la sede del Circolo dei Lettori giovedì 13 dicembre 2018 dalle ore 14.30 alle 18.30 ca.I risultati della selezione saranno successivamente pubblicati sul sito www.hangarpiemonte.it e www.circololettori.it.

Per la prima fase di valutazione saranno utilizzati i seguenti criteri sulla base del progetto di sviluppo presentato con l’Allegato 2 Descrizione dell’organizzazione e presentazione del progetto di sviluppo

Alla seconda fase di valutazione accederanno i progetti che nella prima fase hanno ottenuto una valutazione tra 50 e 70 punti.

A parità di valutazione, la ricaduta su quadranti regionali a minore concentrazione di progetti sarà considerata elemento premiante.

6 _ Informazioni
Le richieste di informazioni e chiarimenti inerenti la call potranno essere inviate esclusivamente via e-mail all’indirizzo info@hangarpiemonte.it