Corto Maltese e la poetica dello straniero
13
Gen

venerdì 27 gennaio ore 21

presentazione del libro di e con Stefano Cristante edito da Mimesis
con Giulio Lughi, docente di Culture dei media digitali Università di Torino

Corto Maltese nasce nel 1967 dalla matita del disegnatore veneziano Hugo Pratt.
A quasi cinquant’anni di distanza, Corto è non solo un personaggio cult della migliore graphic novel europea, ma anche un vero e proprio mito letterario del Novecento, un antieroe che alla ricchezza preferisce libertà e fantasia.
Stefano Cristante, in questo libro, oltre a rivivere i viaggi e le avventure del marinaio più ironico di tutti i tempi, si concentra su uno degli aspetti che rendono il suo personaggio quanto mai attuale: Corto Maltese è uno “straniero”, un apolide in perenne erranza.Non a caso, la sua figura unisce aspetto e carattere mediterraneo a una cultura anglosassone.
Cristante, avvalendosi di un proficuo confronto con i principali sociologi del Novecento che hanno analizzato la figura dello “straniero” (Sombart, Weber, Simmel, Park), mostra come la forza innovativa di Hugo Pratt consista proprio nella scelta di mettere in primo piano personaggi anomali e irregolari, solitamente relegati tra i “cattivi” delle storie a fumetti.

a cura di associazione culturale Bazar Project