Fuoriserie
23
Mar

mercoledì 18 aprile ore 18

Complessità e ricchezza dell’Arte Irregolare

presentazione del libro edito da Prinp 2.0
con Marco Fattuma Maò, artista indipendente, Elena Inchingolo, storica dell’arte e curatrice, Roberto Mastroianni, filosofo e critico d’arte, Catterina Seia, vicepresidente Fondazione Fitzcarraldo e Tea Taramino, artista relazionale, curatrice, esperta di Arte Irregolare

La riflessione sull’Arte Irregolare in Italia è a partire dal volume nato per contribuire alla conoscenza della complessità e ricchezza degli immaginari, speciali e fuori serie, che si possono scoprire nelle aree di frontiera tra il mondo dell’arte ufficiale e quelli abitati da un’arte indipendente, irriducibile e di difficile definizione, quella storicamente definita Outsider Art o Art Brut.  In questo scambio di visioni si creano territori pulsanti di energia e ricchi di traffici di senso.
Fuoriserie, a cura di Daniela Rosi e Tea Taramino, è una ricerca con immagini e riflessioni sia sulla storia dell’arte sviluppatasi, nel sociale e nell’ambito delle fragilità, a Torino e Verona sia sui venti artisti che hanno abitato Palazzo Barolo dal 6 ottobre al 12 novembre 2017 costruendo un dialogo, tra di loro e con il pubblico, attraverso opere, workshop, installazioni e video: Salvatore Accolla, Adolfo Amateis, Antonino Arcidiacono, Giorgio Barbero, Nereo Benedetti, Pietro Campagnoli, Roberto Celli, Jacopo Dimastrogiovanni, Lina Fiore, Francesco Galli, Gustavo Gamna, Mauro Gottardo, Gi Gasparin, Marco Fattuma Mao’, Caterina Marinelli, Alessandro Monfrini, Primo Mazzon, Jhafis Quintero, Dario Righetti, Aldo Turco.

 

Rahcconto O’ di Marco Fattuma Maò e Domus Sanctorum di Jhafis Quintero