Il gusto della sfida
20
Apr

i lunedì 7-21-28 maggio ore 18

Storia, curiosità e letteratura intorno a tre prodotti che ben identificano la terra piemontese e che saranno protagonisti della finale del concorso gastronomico Bocuse d’Or Europe.
con Clara e Gigi Padovani, food writers
aspettando Bocuse d’Or Europe OFF 2018

 

lunedì 7 ore 18
PIACERE, FASSONE: LA CARNE
con Ugo Alciati, chef Ristorante Villa Reale della Tenuta Fontanafredda di Serralunga d’Alba (una stella Michelin), Simone Mellano, direttore Asprocarne Piemonte e Andrea Quaglino, veterinario, direttore Anaborabi – Associazione Allevatori Razza Bovina Piemontese
L’indicazione di mangiare animali proviene dalla Bibbia (Genesi, 9, 3): «Dio disse a Noè: quanto si muove e ha vita vi servirà di cibo».  Oggi si preferisce consumare meno proteine animali, ma di qualità.  È il caso della carne della Piemontese, la razza bovina autoctona del Piemonte, caratterizzata dalla “doppia coscia” o “fassone”: bistecche tenere e magre che provengono da vitelli alimentati da foraggi verdi e che d’estate pascolano sulla montagne torinesi e cuneesi.
traduzione in LIS a cura di ENS Torino e Segni d’Integrazione
Accademia Bocuse d’Or Italia in collaborazione con Asprocarne Piemonte offre un’interpretazione di Ugo Alciati della fassona piemontese.

lunedì 21 ore 18
CHICCHI DI STORIA DALLA BARAGGIA: IL RISO
con Christian e Manuel Costardi, chef Ristorante Cinzia da Christian e Manuel di Vercelli (una stella Michelin), Aldo Ferrero, Agraria Università di Torino e Carlo Zaccaria, produttore e presidente Consorzio Riso di Baraggia
Per fare un buon risotto, consigliava lo scrittore milanese Carlo Emilio Gadda, si devono compiere «piccoli reiterati versamenti», dell’ingrediente principale, «a poco a poco».  Ma di che qualità?  L’unico riso Dop, cioè a Denominazione di origine controllata, è il Riso di Baraggia, coltivato nelle province di Vercelli e Biella.  I cuochi del Bocuse utilizzeranno la qualità Sant’Andrea: le condizioni in cui cresce questo riso, in un territorio pedemontano selvaggio e incontaminato, ne fanno un prodotto unico che offre grandi risultati in cucina.

→ lunedì 28 ore 18
SUA MAESTÀ IL CASTELMAGNO: IL FORMAGGIO
con Evanzio Fiandino, presidente Assopiemonte Dop e Igp, Andrea Ribaldone, chef Ristorante Osteria L’Arborina, Frazione l’Annuziata di La Morra (una stella Michelin) e Piero Sardo, presidente Fondazione Slow Food per la Biodiversità
Ha scritto Italo Calvino che «dentro ogni formaggio c’è un pascolo di un diverso verde sotto un diverso cielo».  Sui monti della Val Grana esiste da secoli un cacio che in occitano è chiamato lou Chastelmanh: prese questo nome perché un giorno, secondo la leggenda, fu portato ad Acquisgrana al sovrano del Sacro Romano Impero, Carlo Magno.  Mucche d’alpeggio per un ottimo latte e qualche piccola aggiunta di latte ovino e caprino contribuiscono a produrre un formaggio regale protetto dalla Dop e per una più piccola produzione solo d’alpeggio dal Presìdio Slow Food.

 

Bocuse d’Or OFF 2018 è la stagione di eventi culturali rivolti al grande pubblico in programma a Torino dall’8 al 16 giugno per festeggiare il prestigioso concorso di alta cucina Bocuse d’Or Europe, per la prima volta in Italia, a Torino l’11 e 12 giugno.
Nato dall’idea che la cucina è cultura, è espressione di contemporaneità e delle identità di un territorio, in continuo dialogo con altre arti e discipline con cui condivide una visione di futuro, Bocuse d’Or Europe OFF 2018 vede la partecipazione di musei e istituti culturali, protagonisti del mondo dell’enogastronomia, partner pubblici e privati.  Mostre, talk, incontri, spettacoli, laboratori, attività per famiglie e feste nei luoghi più belli e significativi del territorio per omaggiare la tradizione enogastronomica italiana e internazionale. 
Nata dalla volontà di Regione PiemonteCittà di Torino e Camera di commercio di Torino e realizzata grazie alle istituzioni culturali del territorio e a partner pubblici e privati, l’iniziativa è organizzata da il Circolo dei lettori con Accademia Bocuse d’Or Italia.
Programma completo su bocusedoreuropeoff2018.it