L’armata dei senzatetto
23
Ott

lunedì 19 novembre ore 21

Due artisti per la Spoon River di oggetti “senza dimora”

presentazione del libro di e con ASCANIO CELESTINI eGIOVANNI ALBANESE edito da Contrasto

Ascanio Celestini è considerato uno dei rappresentanti più importanti del nuovo teatro di narrazione: ascolta, intervista, registra i racconti delle persone che poi vorrà narrare, ma soprattutto immagina; fissa tutte queste parole in immagini e da queste estrae altre storie, altri racconti.  Ed è quello che fa anche in questo nuovo e originale progetto in collaborazione con l’artista Giovanni Albanese, che da anni accumula oggetti selezionati e raccolti presso officine, sfasciacarrozze e mercatini dell’usato.  L’assemblaggio di materiali di scarto ha generato nel tempo una piccola “armata” di improbabili creature “senza dimora”, alcune simpatiche, altre affettuose, a volte aggressive ma mai violente.  Narrazioni ispirate dall’amore per il paradosso, dall’ironia irriverente, dalla denuncia graffiante, ma anche da una grande sensibilità poetica.
Ne L’armata dei senzatetto Albanese dà nuova vita agli oggetti, protagonisti di storie che vengono raccontate dalle parole di Celestini.  Con la sua fantasia e innata curiosità, Celestini sostiene che “per Albanese una bicicletta rotta non è destinata alla discarica, ma gli parla.  Dice ‘parlano a prescindere da me’.Non esistono oggetti muti, ma solo persone sorde che non li sanno ascoltare.  E Giovanni cammina in mezzo a questo cimitero del presente.  Parla coi morti del suo Spoon River”.