L’esperimento
22
Gen

giovedì 15 febbraio ore 18

presentazione del libro di e con JACOPO IACOBONI edito da Laterza
con Eric Jozsef, corrispondente in Italia di “Libération” e Gustavo Zagrebelsky, giurista

Per raccontare la vera storia del Movimento 5 Stelle, dice il giornalista Jacopo Iacoboni, bisogna spiegare la sua duplicità: un movimento partito dalla democrazia dal basso ma controllato in realtà da una srl dall’alto; nato sul mito della rivolta di popolo contro il sistema e finito a incontrare lobby e costruire reti di potere; passato dal tifare per le Pussy Riots a incontrare gli emissari di Vladimir Putin.
A questo esperimento Casaleggio lavorava fin dalla fine degli anni Novanta, quando, da amministratore di Webegg, cominciò a testare nei forum intranet dell’azienda i meccanismi di formazione e produzione del consenso attraverso le reti.
Grillo è l’innesco per farlo evolvere a un livello superiore: è il frontman, l’uomo del consenso elettorale che può coagulare e incarnare un sentimento di rivolta contro il sistema, ormai fortissimo nella società.
Dalla sua nascita a oggi, molte cose sono cambiate.