Rivoluzione Basaglia
1
Ott

i giovedì 11-25-30 ottobre ore 18 | Novara

Franco Basaglia non ha solo chiuso i manicomi: ha cambiato le coscienze.  Con la Legge 180 del 1978, i malati mentali non sono più percepiti come matti da legare, ma innanzitutto come persone.  A 40 anni dalla riforma, incontri, lezioni e cinema per ricordare il medico rivoluzionario.

giovedì 11 ottobre ore 21
MATTI DA SLEGARE, MATTI DA RACCONTARE # 1
Nessuno o tutti: la legge Basaglia e il cinema italiano
a cura di Roberto Manassero
Dalle opere di impegno civile di Bellocchio, Grifi e Scabia, alla ricostruzione del passato glorioso in La meglio gioventù, passando per i racconti di Ascanio Celestini: uno sguardo sul cinema e il teatro che hanno rappresentato la follia come un soggetto da scoprire e un’ingiustizia da raccontare.

giovedì 25 ottobre ore 21
MATTI DA SLEGARE, MATTI DA RACCONTARE # 2
La follia tra fedeltà e stereotipo
a cura di Roberto Manassero
In Qualcuno volò sul nido del cuculo i matti erano prigionieri, in Il lato positivo la malattia mentale è uno sguardo inedito sulla vita, in L’avversario il folle un mostro uguale a noi.  Come è rappresentata la pazzia in cinema e letteratura?  Come si può dare forma all’invisibile lavorio della mente?

martedì 30 ottobre ore 18
MOSTRARE LA MALATTIA
Narrazioni, voci, sguardi
con Mariarosa Loddo
La medicina narrativa è una nuova area disciplinare nata per fornire strumenti utili a comprendere il paziente, la malattia e la relazione che si crea con il medico.  La ricercatrice racconta gli sguardi, le voci e le narrazioni di chi vive in uno stato di malessere, fisico e psicologico.
in collaborazione con Università del Piemonte Orientale