Scienza tra le righe
5
Lug

i mercoledì 3-10-17-24 ottobre ore 19-20

gruppo di lettura
con Elena Sannino
per carte Plus e Smart

Quattro brevi immersioni nel fiume letterario che si nutre di scienza, o nel pozzo di scienza che sa di letteratura: un assaggio di autori che mescolano i due mondi in opere di grande bellezza, esplorando con teorie e parole gli interrogativi dell’uomo e della ricerca, come la natura del tempo, della mente e delle specie viventi.
Il percorso parte da «T con zero», formula che indica il tempo nel momento iniziale (appunto), usata da Italo Calvino per dare il titolo al racconto che ha per protagonista l’impronunciabile Qfwfq, già noto personaggio delle Cosmicomiche.  Italo Calvino prima di laurearsi in Lettere a Torino, si era iscritto alla facoltà di Agraria, conseguendo quattro esami.  Accade così che scienza e letteratura fuse in un solo uomo dalla scrittura geniale possono oggi restituirci alcuni dei racconti più belli della storia.
Al confine tra la scienza e la fantascienza, si pongono vari interrogativi tra cui quello sull’origine delle specie, che naturalmente ci fa pensare a Darwin.  E Darwin è l’anello di congiunzione con il libro successivo, Il fiume della coscienza (postumo di Oliver Sacks) ovvero al primo capitolo che ha per titolo Darwin e il significato dei fiori.  Il tema delle specie ci porta a parlare di specismo e quindi de La vita degli animali di J.M.Coetzee, scrittore sudafricano, premio Nobel per la letteratura nel 2003.  La natura del tempo (T con zero), della mente (Il fiume della coscienza), delle specie viventi (La vita degli animali) sono interrogativi fondamentali della ricerca scientifica e Carlo Rovelli, fisico teorico, ne offre un delizioso assaggio nel suo scritto Sette brevi lezioni di fisica.

→ 3/10 T con zero di Italo Calvino
→ 10/10 Il fiume della coscienza di Oliver Sacks
→ 17/10 La vita degli animali di J.M.Coetzee
→ 24/10 Sette brevi lezioni di fisica di Carlo Rovelli