Il volto: specchio dell’animo umano
25
Gen

i lunedì 12, 19 26 febbraio e 5 marzo | Galleria Giannoni, via F.lli Rosselli 20, Novara

lezioni a cura di Simone Ferrari, storico dell’arte

A partire dal Medioevo, superata la tradizione bizantina, gli artisti riprendono a confrontarsi con la Natura.  Con la scultura gotica e con Giotto il volto ritorna espressivo, protagonista partecipe di emozioni e di sentimenti.  Nel Rinascimento, Masaccio nasce l’individuo come essere umano, fiero della propria condizione esistenziale, mentre Antonello da Messina guarda in faccia allo spettatore, lo rende partecipe, lo obbliga a completare il quadro e a interrogarsi sul suo significato recondito, a priva vista inaccessibile.  Il mondo contemporaneo proietta in pittura un nuovo universo sensibile e spirituale, plasmato da scoperte psicanalitiche e nuove angosce esistenziali.

→ 12 febbraio ore 18
Il medioevo fantastico e naturalista: Giotto, Nicola, Giovanni Pisano, Simone Martini
con Alberto Cottino

→ 19 fabbraio ore 18
Da Masaccio a Leonardo: la riscoperta dell’individuo
con Simone Ferrari

→ 26 febbraio ore 18
Il volto nel ‘900: da De Chirico a Salvator Dalì, dall’espressionismo a Francis Bacon
con Chiara Gatti

→ 5 marzo ore 18
Ponentini, tedeschi, olandesi Van Eyck, Bosch, Dürer, Rembrandt, Vermeer
con Stefano Zuffi

in collaborazione con Comune di Novara
con il sostegno di Fondazione Comunità Novarese Onlus