Wikicampus
28
Feb

da lunedì 18 a giovedì 21 marzo

Al Circolo dei lettori, Wikicampus, incontri, lezioni e approfondimenti, nell’ambito di Sottodiciotto Film Festival & Campus a cura di DAMS Università di Torino.

lunedì 18 marzo ore 18
SELF MEDIA STUDIES
L’IMMAGINE DI SÉ DAL SOCIAL NETWORKING AI BIG DATA

con Federica Villa e Lorenzo Donghi, Self Media Lab Università di Pavia
Alla prima ondata selfmediale, che ha registrato una forte incidenza dell’utilizzo delle nuove tecnologie per dire di sé, ha fatto seguito una seconda fase, in cui l’utilizzo stesso dei media ha coinciso con il dire di sé, per giungere poi a una fase più recente, in cui sono i media stessi a porsi come generatori delle nostre autorappresentazioni, dicendo, in vece nostra, dei nostri sé.

martedì 19 marzo ore 18
DI COSA PARLIAMO QUANDO PARLIAMO DI SELFIE
con Adriano D’Aloia, Università della Campania Luigi Vanvitelli
Il selfie non è un semplice autoritratto fotografico, ma un vero e proprio “gesto mediale” che ci estende nello spazio (fisico, virtuale, sociale) e include nell’immagine la traccia di questa estensione.  Un viaggio visivo nella pittura e nella fotografia autoritrattistica consentirà di risalire alle tensioni da cui il selfie scaturisce e di riflettere sulla sua natura e il suo destino nell’esperienza mediale contemporanea.

mercoledì 20 marzo ore 18
LO SPECCHIO IMMOBILE: SUL SENSO DEI SELFIE
con Massimo Leone, Università di Torino
La semiosfera digitale contemporanea è caratterizzata principalmente da una valorizzazione ideologica del tempo presente, in particolare tra i millennials e tra i membri della generazione Zeta, e questa valorizzazione si manifesta anche attraverso la diffusione di selfie.

giovedì 21 marzo ore 18
INCONTRO CON TOMMASO PINCIO
con Andrea Mattacheo, Einaudi
Partendo dall’immagine di sé allo specchio e dal racconto in prima persona, motivi di fondo dell’ultimo romanzo dell’autore, Il dono di saper vivere, l’incontro affronterà il tema a cui il Festival è dedicato attraversando la letteratura e l’arte per arrivare alle forme mediali contemporanee.