L’ex Maison Musique di Rivoli, conosciuta per la sua rinomata storia di centro culturale e di animazione rivolto al territorio, ha riaperto con un nuovo nome e un ricchissimo programma di concerti e performance.
Da mattatoio comunale e fabbrica del ghiaccio a sala concerti, il complesso architettonico di via Rosta 23 vive oggi un’altra importante trasformazione diventando il Circolo della musica, progetto di Fondazione Circolo dei lettori e Regione Piemonte con il patrocinio di Città di Rivoli.
Ė uno spazio di cultura musicale pensato per esplorare voci, racconti, ritmi e note – alternative, ibride, digitali – capaci di intrecciarsi e creare nuove forme del suono, nel confronto tra artisti italiani e internazionali, vere leggende del suono alternativo, esploratori della più innovativa elettronica, musicisti fuori dalle rotte tradizionali, e infine cantautori che si confrontano, faccia a faccia. In un viaggio alla scoperta di tutto ciò che la musica, con la sua energia, è capace di narrare.

17 eventi, 11 sold out, la maggior parte in prevendita, con quasi 4000 partecipanti: questi alcuni numeri del Circolo della musica da febbraio a maggio 2019.
Il primo a calcare il palco è stato Lee Ranald, chitarrista, cantante e poeta di Long Island, fondatore dei Sonic Youth.
Tra i fatti memorabili e curiosi che si ricordano: il live sold out di Colin Steson, videoregistrato e messo online, ha collezionato in pochissimi giorni oltre 10 mila visualizzazioni; il videoclip degli I Hate My Village è stato interamente girato al Circolo della musica; tutto esaurito anche per Bianco e per Nada, per i Massimo Volume. L’esclusivo show di Giancane con i disegni live di Zerocalcare, inaugurato da Rivoli, è ora richiesto ovunque. E ancora, il concerto dell’inedita coppia Paolo Benvegnù e Marina Rei, ma anche l’unica data italiana del pianista Lubomyr Melnyk.

Via Rosta 23, Rivoli: le forme della musica.

SETTEMBRE // DICEMBRE 2019: LE RASSEGNE

Quattro i percorsi in cui è organizzato il calendario di concerti:

- IL BEL PAESE Una serie di appuntamenti dedicati alle novità, ma anche alle storiche espressioni musicali made in Italy, pensati per far emergere band e cantautori talvolta esclusi dalle più diffuse logiche di mercato, artisti che si contraddistinguono per la propria originalità, capaci di stravolgere le convenzioni ed esprimersi nel modo più autentico.
- GIRLS JUST WANNA HAVE FUN Irriverenti, coraggiose, magnetiche. Sono le donne in musica, protagoniste della rassegna al femminile che ruba il titolo al canzone resa celebre da Cyndi Lauper, inno colorato e chiassoso del femminismo Anni Ottanta. Tra rock ed elettronica, una serie di autoritratti di donne di talento, caparbie e creative.
- FIGLI DELLE STARS Gli artisti che si avvicendano sono quelli che più sanno come eludere le convenzioni per inventarne di nuove, capaci di raccontare orizzonti, superando le frontiere. Figli delle stars è una rassegna internazionale, pensata per abbattere ogni tipo di barriera.
- SOULFUL SONGWRITERS Tre esperienze di ascolto curate dal musicteller Federico Sacchi, che raccontano, attraverso tre figure imprescindibili, l’emergere della figura del singer/songwriter: Donny Hathaway, genio puro afflitto dal disagio mentale, Terry Callier, mistico che con la sua volontà ha saputo rinascere artisticamente tre volte, e Bill Withers, self made man che per un istante ha incarnato il sogno americano.

Biglietti in vendita presso il Circolo dei lettori (via Bogino 9, Torino) e su vivaticket.it
Navetta gratuita, prenotazione obbligatoria 0114326827 | info@circololettori.it - Partenza della navetta ore 20.30 da piazza Carlo Felice, arrivo Circolo della musica ore 21 - A fine concerto, la navetta ritorna a Torino, sempre in piazza Carlo Felice.
La navetta è confermata solo al raggiungimento del numero minimo di prenotazioni. L’attivazione della navetta sarà confermata entro 48 ore prima della data del concerto.

SETTEMBRE // DICEMBRE 2019: I CONCERTI

21/11 h 21.30

TERRENCE CALLIER

Una sceneggiatura da Oscar. Così ci appare la vita di Terrence Callier, a cui Federico Sacchi dedica il secondo episodio di esperienza d’ascolto. Basterebbe attenersi ai fatti, girare il film, distribuirlo nelle sale e andare a ritirare il premio: sarebbe un’occasione d’oro per toccare il cuore di milioni di persone con la meravigliosa musica e il messaggio dell’artista che ha creato la figura del cantautore soul.

* Soulful Songwriters

ingresso € 10 (vivaticket.it)

22/11 h 21.30

JOAN AS POLICE WOMAN

Joan As Police Woman, una delle più stravaganti songwriter di oggi, torna con Joanthology, multi-album che contiene i suoi migliori successi ma anche brani inediti. Multistrumentista, ha collaborato tra gli altri con Nick Cave e Rufus Wainwright. Ha scelto per sé un nome che si ispira ai polizieschi Anni Settanta e questo slogan: Beauty is the new punk rock.

* Girls Just Wanna Have Fun

ingresso € 12 (vivaticket.it)

28/11 h 21.30

GIARDINI DI MIRÒ+SOPHIA

Giardini di Mirò, vera e propria leggenda della musica indipendente italiana, incontra sul palco Sophia, la band di Robin Proper-Sheppard che torna in Italia per presentare un triplo disco live registrato durante il tour di As We Make Our Way. Il gruppo di Cavriago presenta l’ultimo disco, Different Times, un ritorno in grande stile. Sophia torna sulle scene dopo un silenzio durato quasi sette anni. Chitarre acustiche si intrecciano a pianoforti struggenti con una novità: i synth.

Il Bel Paese

ingresso € 10 (vivaticket.it)

7/12 h 21.30

EDDA

Edda, astronauta del rock alternativo italiano, torna a calcare i palchi con Fru Fru, il suo quinto album solista. Un disco inconsueto, inaspettato e maturo, diverso dai precedenti. Unico protagonista del disco è se stesso, in un monologo in 9 tracce, un lungo flusso di coscienza che travolge, un fiume di parole in libertà che messe insieme costruiscono il mondo di dell’artista, un paese delle meraviglie per adulti cinici, un luogo in cui i pensieri si inseguono vertiginosamente per ritrovarsi in un discorso compiuto, vero e spontaneo.

Concerto di apertura di Mario Altacima e i Ma.Ca.Bro, nati da due costole dei Totò Zingaro. Mario Altacima è lo pseudonimo di Luigi Bonizio, voce storica del punk torinese (C.o.V., Arturo, La Cosa, Nerorgasmo, Via Luminosa, Totò Zingaro) che sotto questo cappello inaugura il proprio progetto solista. I Ma.Ca.Bro sono Stefano Danusso e Cristiano Lo Mele, chitarristi dei Totò Zingaro. Il primo è intestatario del progetto Cletus, il secondo è chitarrista dei Perturbazione. In questa occasione presentano materiale vecchio e nuovo dei Totò Zingaro e di Mario Altacima.

* Il Bel Paese

ingresso €10 (vivaticket.it)

12/12 h 21.30

BILL WITHERS

A Bill Withers, genio del songwriting, è dedicato il terzo episodio di esperienza d’ascolto di Federico Sacchi. È molto probabile che molti conoscano un paio di sue canzoni, senza sapere che le ha scritte lui. Questo è ciò che accade con gli evergreen: prendono vita propria, offuscando il nome di chi li ha composti.

Soulful Songwriters

ingresso ingresso € 10 (vivaticket.it)

I CONCERTI PASSATI

18/11 h 21.30

THE NOTWIST

Al Circolo della musica attesissimi The Notwist, band tedesca pioniera nella creazione di un universo sonoro sfaccettato, che intreccia elettronica, post-rock e indie. A Rivoli, la band tedesca porta uno spettacolo unico e inedito, profondamente ispirato da Messier Objects. Il concerto è arricchito e strettamente legato alla sua parte visiva, affidata alle proiezioni sperimentali dell’artista tedesco Anon Kaun e al light designer Bertil Marks.

Figli delle stars

ingresso €12 (vivaticket.it)

13/11 h 21.30

ORVILLE PECK

Il cowboy mascherato, nuova rivelazione del country alternativo, arriva per la prima volta nel nostro Paese, con musiche e canzoni che raccontano di cuori spezzati e vendette tratte dall’album di debutto Pony. Calde chitarre hawaiane ed echeggianti batterie si alternano tra ballate surreali e melodie frenetiche, mescolando le prodezze vocali della classica musica country americana con l’atmosfera cullante dello shoegaze.

Figli delle stars

ingresso € 15 (vivaticket.it)

9/11 h 21.30

MARIA ANTONIETTA+CECILIA

Maria Antonietta, nome d’arte di Letizia Cesarini, è una poliedrica cantautrice, innamorata del regno animale e vegetale e appassionata di studi di genere, di arte medievale, di poesia e teologia, che cerca costantemente di far quadrare tutte le sue passioni all’interno della sua opera. Il suo ultimo album, Deluderti, è uscito a marzo 2018.

Apre il concerto Cecilia, arpista cantante con la passione per la musica leggera, fresca di pubblicazione del secondo disco Cupid’s Catalogue.

*Girls Just Wanna Have Fun

ingresso €10 (vivaticket.it)

7/11 h 21.30

JENNIFER GENTLE

Jennifer Gentle, rock band psichedelica, è stata la prima in Italia a firmare un contratto con la leggendaria etichetta di Seattle, Sub Pop Records, che ha scritturato, tra gli altri, i Nirvana. Dall’esordio nel 2001 con I Am You Are, i JG sono tra le band italiane più conosciute all’estero. Fermi da ormai quasi un decennio, guidati da Marco Fasolo, ora in tour con gli I Hate My Village, tornano sulle scene con un nuovo album di inediti in uscita in autunno per La Tempesta Dischi. Si chiamerà semplicemente Jennifer Gentle, e arriverà a 9 anni di distanza dal precedente Concentric.

* Il Bel Paese

ingresso € 10 (vivaticket.it)

25/10 h 21.30

FAUST

Campioni del genere krautrock degli Anni 70, i faUSt hanno il merito di aver ampliato i confini della musica, forgiando un art rock tecnologico, in anticipo di alcuni decenni rispetto al suono di allora. Il concerto in programma al Circolo della musica è un’anteprima della quarta edizione di Jazz is Dead, festival dal palinsesto dedicato alle sonorità sperimentali, di avanguardia e di ricerca attorno ai generi jazz, world e rock, prevista nel maggio 2020.

* Figli delle stars

ingresso € 10 (vivaticket.it)

10/10 h 21.30

DILLON

Occasione unica per vedere dal vivo la straordinaria artista, cantante e pianista di origini brasiliane, ora residente a Berlino, Dillon. La sua voce, morbida e seducente è inconfondibile, come la sua musica, che dal suo esordio This Silence Kills del 2011, non smette di far parlare di sé.

* Girls Just Wanna Have Fun

ingresso € 10 (vivaticket.it)

05/10 h 21.30

THE STRUMBELLAS

The Strumbellas è una band folk-pop canadese, formatasi a Toronto nel 2008. La fama internazionale è arrivata nel 2016 grazie al singolo Spirits, da oltre 58 milioni di visualizzazioni su YouTube, e ora The Strumbellas torna con il disco Rattlesnake, pubblicato per Glassnote Records.

* Figli delle stars

ingresso € 15 (vivaticket.it)

28/09 h 21.30

UZEDA

La musica della band di Catania Uzeda è paragonabile al vulcano che adombra la città siciliana: musica ardente come lava fusa ed esplosioni di rumore per un rock intransigente, appassionato e onesto. Quocumque jeceris stabit è il loro nuovo album, uscito il 12 luglio 2019, otto nuove tracce di puro Uzeda sound, sapientemente registrato e mixato da Steve Albini e masterizzato al Chicago Mastering Service da Bob Weston.

*  Il Bel Paese

ingresso € 10 (vivaticket.it)

26/09 h 21.30

DONNY HATHAWAY. RITRATTO DI UN GENIO INTERROTTO

A Donny Hathaway, artista che con la sua musica ha toccato il cuore di milioni di persone ed ha esercitato un’influenza enorme su generazioni di artisti, è dedicata la prima delle tre esperienza d’ascolto a cura del musicteller Federico Sacchi.

* Soulful Songwriter

ingresso € 10 (vivaticket.it)

23/09 h 21

EFRIM MANUEL MENUCK e KEVIN DORIA are Sing Sinck, Sing + STEFANO PILIA

La XV edizione di Torino Spiritualità (26-29/09) è Ad infinita notte, quindi dedicata alle dimensioni del buio, alle facce dell’ombra e ai motivi della veglia. Al Circolo della musica, anticipa il festival il live di Efrim Manuel Menuck e Kevin Doria are Sing Sinck, Sing, il primo progetto comune dei due artisti, tra presenze notturne e presentimenti di disastri imminenti. Efrim Manuel Menuck, già Godspeed You! Black Emperor, Thee Silver Mt. Zion Memorial Orchestra e Kevin Doria, già Growing e Total Life, restituiscono il frutto della propria collaborazione in un live che esplora in musica la lotta contro il moderno oblio delle coscienze. A loro si aggiunge Stefano Pilia, chitarrista e compositore elettroacustico.

* Anteprima Torino Spiritualità 2019

ingresso € 10 (vivaticket.it)